La forza innovativa cresce: sempre più numerose le domande di brevetto

La forza innovativa cresce: sempre più numerose le domande di brevetto
© silviaantunes - Fotolia.com

Nel 2010, l’aumento del numero di domande di brevetto depositate nel mondo (7,2%) ha superato quello dell’economia globale (5,1%). L’innovazione va per la maggiore anche nei paesi emergenti, soprattutto in Cina, dove nel 2011 è stato depositato il maggior numero di richieste.

Per la prima volta, la Cina supera gli USA e si piazza prima. Secondo i «World Intellectual Property Indicators» pubblicati recentemente, nel 2010 nell’Impero di Mezzo erano state depositate 391’000 domande di brevettoUn diritto attribuito da un ufficio dei brevetti riconosciuto che garantisce all'inventore di beni utilizzabili ad uso commerciale il diritto d'uso esclusivo su di essi. L'inventore può escludere altri dalla produzione, dalla vendita o dall'uso sulla base del brevetto. Ha anche la possibilità di trasmettere ad altri questo diritto tramite la vendita del brevetto o con contratti di licenza. Un brevetto vale per un determinato paese o gruppo di paesi e per un tempo determinato (al massimo 20 anni). Come controprestazione l'inventore deve rendere pubblica la sua scoperta. Un deposito di brevetto deve rispettare i seguenti presupposti

* L'invenzione risolve un problema tecnico con i mezzi della tecnica
* L'invenzione è utilizzabile ad uso commerciale
* L'invenzione è originale. Al momento del deposito non deve essere conosciuta al pubblico. Ciò che prima della data del suo deposito è stato reso accessibile al pubblico per mezzo di descrizioni orali o scritte, di uso o in altro modo appartiene allo stato della tecnica.

Non sono brevettabili

* Idee, concetti, scoperte, teorie scientifiche e metodi matematici, realizzazione estetica di forme (design)
* Programmi per computer (invenzioni relative ai programmi possono invece essere brevettabili a determinate condizioni)
* Regole di gioco, sistemi di lotteria, metodi di apprendimento ed organizzazione di sequenze operative
* Procedure di diagnostica, terapia e chirurgia che possono essere applicate a corpi umani o animali
* Tipi di piante e di animali e procedure essenzialmente biologiche per l'allevamento di animali o la coltivazione di piante
* Invenzioni che ledono l'ordine pubblico o che costituiscono reato contro il buon costume.

La tutela di invenzioni per mezzo di brevetti acquista sempre più importanza alla luce della pressione della concorrenza e del rischio di imitazioni. In Svizzera si possono depositare brevetti presso l'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IPI). La Svizzera fa parte dell'Organizzazione europea dei brevetti che gestisce l'Ufficio europeo dei brevetti. I membri dell'Organizzazione europea dei brevetti hanno sviluppato una banca dati chiamata esp@cenet. L'impiego della banca dati consente di farsi un'idea sullo stato della tecnica.
, cifra ben lontana da quella vantata dal capofila USA (490’000), ma superiore a quella registrata in Giappone (345’000). Tuttavia, i brevetti cinesi non raggiungono la qualità degli statunitensi né dei giapponesi e nemmeno degli europei. Infatti, la Cina è in testa per quanto riguarda la quantità, ma gli utili conseguiti grazie ai brevetti lasciano ancora molto a desiderare.

Ecco dove sono state depositate oltre 10’000 domande di brevetto nel 2010:

  • USA: 490’000
  • Cina: 390’000
  • Giappone: 345’000
  • Corea del Sud: 170’000
  • Ufficio brevetti europeo: 151’000
  • Germania: 59’000
  • Russia: 43’000
  • Canada: 35’000
  • India: 34’000
  • Australia: 25’000
  • Brasile: 23’000
  • Gran Bretagna: 23’000
  • Francia: 17’000
  • Messico: 15’000.

La forza innovativa di una nazione più essere valutata in modo ancora più eloquente consultando la classifica dei paesi in cui sono stati concessi più brevetti. Il Giappone capeggia questa graduatoria. La Svizzera si piazza al lusinghiero ottavo posto e rimane il capofila del numero di domande per abitante.

Le imprese dei seguenti paesi hanno depositato oltre 10’000 domande di brevetto nel 2010:

  • Giappone: 463’000
  • USA: 420’000
  • Cina: 308’000
  • Corea del Sud: 178’000
  • Germania: 169’000
  • Francia: 64’000
  • Gran Bretagna: 50’000
  • Svizzera: 37’000
  • Paesi Bassi: 35’000
  • Russia: 33’000
  • Italia: 27’000
  • Canada: 24’000
  • Svezia: 21’000
  • Finlandia, India: 12’000
  • Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Israele, Spagna: 11’000.

Entrambe le statistiche evidenziano un’ulteriore tendenza: i brevetti sono richiesti prevalentemente laddove il potenziale di mercato promette maggiori profitti. A titolo d’esempio, sono state depositate più domande di brevetto in Cina o negli USA (70’000 in più) di quante non siano state richieste in tutto il mondo dalle imprese di tali paesi. Il contrario vale per le nazioni esportatrici Germania e Svizzera: il numero di domande di brevetto depositate dalle aziende tedesche e svizzere nel mondo ha superato quello delle richieste registrate nei due paesi.

Public Pictures