Panoramica sulle norme nazionali nel sistema europeo dei brevetti

L’opuscolo edito dall’Ufficio europeo dei brevetti che fornisce una panoramica sulle norme nazionali nel sistema europeo dei brevetti è ora disponibile anche online.

Grazie alla Convenzione sul brevettoUn diritto attribuito da un ufficio dei brevetti riconosciuto che garantisce all'inventore di beni utilizzabili ad uso commerciale il diritto d'uso esclusivo su di essi. L'inventore può escludere altri dalla produzione, dalla vendita o dall'uso sulla base del brevetto. Ha anche la possibilità di trasmettere ad altri questo diritto tramite la vendita del brevetto o con contratti di licenza. Un brevetto vale per un determinato paese o gruppo di paesi e per un tempo determinato (al massimo 20 anni). Come controprestazione l'inventore deve rendere pubblica la sua scoperta. Un deposito di brevetto deve rispettare i seguenti presupposti

* L'invenzione risolve un problema tecnico con i mezzi della tecnica
* L'invenzione è utilizzabile ad uso commerciale
* L'invenzione è originale. Al momento del deposito non deve essere conosciuta al pubblico. Ciò che prima della data del suo deposito è stato reso accessibile al pubblico per mezzo di descrizioni orali o scritte, di uso o in altro modo appartiene allo stato della tecnica.

Non sono brevettabili

* Idee, concetti, scoperte, teorie scientifiche e metodi matematici, realizzazione estetica di forme (design)
* Programmi per computer (invenzioni relative ai programmi possono invece essere brevettabili a determinate condizioni)
* Regole di gioco, sistemi di lotteria, metodi di apprendimento ed organizzazione di sequenze operative
* Procedure di diagnostica, terapia e chirurgia che possono essere applicate a corpi umani o animali
* Tipi di piante e di animali e procedure essenzialmente biologiche per l'allevamento di animali o la coltivazione di piante
* Invenzioni che ledono l'ordine pubblico o che costituiscono reato contro il buon costume.

La tutela di invenzioni per mezzo di brevetti acquista sempre più importanza alla luce della pressione della concorrenza e del rischio di imitazioni. In Svizzera si possono depositare brevetti presso l'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IPI). La Svizzera fa parte dell'Organizzazione europea dei brevetti che gestisce l'Ufficio europeo dei brevetti. I membri dell'Organizzazione europea dei brevetti hanno sviluppato una banca dati chiamata esp@cenet. L'impiego della banca dati consente di farsi un'idea sullo stato della tecnica.
europeo (CBE), le domande possono essere depositate a livello sovranazionale e quindi paneuropeo, ma devono rispettare le normeCon norme si intendono per lo più regole della tecnica. Anche in altri settori, però, esistono delle norme; per es. nella contabilità rivestono importanza gli International Accounting Standards (IAS). Le norme promuovono la razionalizzazione, consentono la garanzia di qualità, servono alla sicurezza sul luogo di lavoro e nel tempo libero, standardizzano le procedure di prova per es. nella tutela dell'ambiente e in generale semplificano la comprensione nell'economia, nella tecnica, nella scienza, nell'amministrazione e nei rapporti con il pubblico.

Le norme sono di sostegno alla libera circolazione delle merci e dei servizi. Nell'Unione Europea (UE) e nello Spazio Economico Europeo (SEE) l'impiego di norme armonizzate semplifica la prova della conformità ai requisiti fondamentali di salute e di sicurezza (marchio CE) per un gran numero di prodotti industriali. Le norme non sono promulgate dallo stato bensì proprio da coloro che ne hanno bisogno: l'economia, i consumatori, l'amministrazione, la scienza. I loro rappresentanti investono il loro tempo ed il loro know-how per la realizzazione delle norme - nel proprio interesse e nell'interesse di tutti.

Ci sono norme svizzere (SN), norme europee (EN), norme internazionali (ISO e IEC) e le cosiddette norme interne. La raccolta delle norme svizzere (più di 10'000 documenti di tutti i rami ed i settori dell'economia e della società) è seguita dall'Associazione svizzera di normazione (Schweizerischen Normen-Vereinigung, SNV).
brevettuali vigenti nei paesi di effettivo interesse. Si tratta di procedure nazionali che occorre svolgere se si desidera tutelare il proprio brevetto europeo nei singoli Stati membri del CBE.
 

La panoramica è suddivisa a seconda dei paesi e delle seguenti tematiche:

  • basi giuridiche nazionali;
  • norme per il deposito di una domanda di brevetto europeo;
  • diritti derivanti dal deposito di una domanda di brevetto europeo;
  • traduzioni per ottenere una tutela temporanea;
  • traduzioni dopo il rilascio del brevetto;
  • presentazione vincolante per il deposito di una domanda di brevetto europeo;
  • tasse per un brevetto europeo;
  • la fase nazionale di un brevetto europeo;
  • tasse da versare;
  • registrazione di cessioni, licenze e altri diritti derivanti da brevetti europei nei registri brevettuali nazionali.

La CBE è stata sottoscritta da tutti gli stati europei ad eccezione di Russia, Bielorussia, Ucraina e i paesi del Caucaso. La Svizzera ne è uno dei membri fondatori.

Public Pictures