Ricerca di talenti all’estero: sfida critica per le PMI

Consigli per trovare i giusti collaboratori al fine di costituire una filiale in Germania, Cina e negli USA
Colloquio di lavoro

Per le PMI, identificare il giusto talento all’estero costituisce uno degli ostacoli principali verso la crescita internazionale. Inoltre, in ogni mercato esistono fattori di successo nettamente distinti. È quanto si evince da un recente sondaggio condotto tra le PMI da Switzerland Global Enterprise (S-GE), nonché dall’expertise di BRAINFORCE®.

Le filiali rappresentano un passo importante per l’internazionalizzazione di PMI, la tendenza è in crescita. Già oggi, oltre il 40% degli intervistati, impiega personale all’estero e il 25% prevede nuove assunzioni nei prossimi 18 mesi.

Trovare buoni collaboratori: la chiave per la crescita internazionale

“Il franco forte e lo spostamento del consumo globale verso l’Asia, spingono le PMI ad internazionalizzarsi più intensamente e su vasta scala”, afferma Alberto Silini, responsabile Consulenza presso Switzerland Global Enterprise. “Fondare una filiale all’estero con i propri collaboratori è un passo critico, perché è possibile aumentare la propria crescita soltanto con una maggior vicinanza ai clienti, in particolare nei mercati lontani”. I collaboratori delle PMI intervistate sono impiegati per oltre il 40% nella vendita, nel marketing o servizio clienti e spesso gestiscono il mercato più intensamente di un partner di distribuzione.

Per tre quarti delle PMI, la sfida principale è costituita dall’identificazione di buoni collaboratori. “Nella maggior parte dei casi, una PMI nuova sul mercato e poco conosciuta non possiede ancora la reputazione e l’attrattiva per reclutare un manager locale con esperienza, necessario per lo sviluppo di una filiale”, afferma Martin Schneider, CEO e titolare di BRAINFORCE AG. Assumere un manager ad interim rappresenta l’opzione per superare questi ostacoli. In questo senso, un’impresa risparmia la curva di apprendimento nel mercato target, generalmente molto onerosa.”

Consigli per la ricerca di talenti in Germania, negli USA e in Cina

La costituzione di una filiale e la ricerca di collaboratori devono essere preparate a fondo, perché nella ricerca di talenti e nel reclutamento nei mercati target più importanti per le PMI, ovvero Germania, USA e Cina, vanno osservate condizioni quadro molto diversificate dal punto di vista giuridico e culturale. “In Germania, ad esempio, raccomandazioni personali nei confronti di un nuovo collaboratore possono essere veramente d’aiuto, mentre invece negli USA le referenze vanno verificate con un occhio critico. In Cina, invece, tali referenze devono essere valutate con prudenza”, sostiene Schneider.

LA PUBBLICAZIONE

La pubblicazione “Talentsuche im Ausland: Hürde und Lösungen für KMU” descrive i passi più importanti e i consigli sul reclutamento nei tre mercati. I dati si basano su un sondaggio condotto tra 120 PMI dei settori chimico-farmaceutico, meccanico, dei beni di consumo, dell’industria dei metalli, della carta, elettrotecnica, degli strumenti di precisione e dei servizi. Il sondaggio è stato realizzato tra agosto e settembre 2016. Sono state interpellate 71 imprese della Svizzera tedesca e 49 della Svizzera romanda. 80 di queste imprese contano un numero di collaboratori inferiore ai 50, 36 di esse fino a 250 e 4 oltre i 250 collaboratori.

BRAINFORCE®

BRAINFORCE® – è stata fondata a Zurigo nel 1979, come impresa innovativa del management e marchio di fabbrica per soluzioni di gestione ad interim. Nel suo ambito di specializzazione vanta un successo comprovato senza pari nell’area germanofona europea. Qualità e sostenibilità costituiscono i principi commerciali più importanti. Come gruppo aziendale, BRAINFORCE® si distingue nettamente dagli altri fornitori nel settore della gestione ad interim e delle soluzioni per esperti, grazie ai suoi oltre 37 anni di esperienza e internazionalizzazione. BRAINFORCE® ha dieci sedi nel mondo: Zurigo (sede principale), Monaco, Amburgo, Vienna, Tallinn, Mosca, Johannesburg, Bangkok, Hong Kong e Shanghai e gestisce un pool internazionale con oltre 5’000 dirigenti selezionati per la gestione ad interim e per incarichi di gestione di progetti. Trovate maggiori informazioni sul sito www.brainforce-ag.com

Public Pictures

Altri articoli

Commercio estero svizzero: il settore farmaceutico permette all’export di mantenere il segno positivo

Dopo correzione dei giorni lavorativi, il mese di gennaio 2017 ha fatto registrare un aumento delle esportazioni del 5,3 % (reale: + 2,3%), ciò grazie unicamente ai prodotti chimici e farmaceutici.

Il Consiglio federale licenzia il messaggio concernente la digitalizzazione dell’Amministrazione federale delle dogane

In occasione della sua seduta del 15 febbraio 2017 il Consiglio federale ha licenziato il messaggio relativo al programma DaziT, concernente la modernizzazione e la semplificazione integrali di tutti i processi dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD). Il raggiungimento di questo obiettivo presuppone un rinnovo completo dell’ambiente informatico dell’AFD. A tal fine viene chiesto un credito complessivo di circa 400 milioni di franchi.

Singapore: sette strategie per la crescita economica promuovono l’internazionalizzazione

Singapore ha recentemente pubblicato sette strategie per una maggiore crescita economica.

Le filiali rappresentano un passo importante per l’internazionalizzazione di PMI, la tendenza è in crescita. Già oggi, oltre il 40% degli intervistati, impiega personale all’estero e il 25% prevede nuove assunzioni nei prossimi 18 mesi.

Trovare buoni collaboratori: la chiave per la crescita internazionale

“Il franco forte e lo spostamento del consumo globale verso l’Asia, spingono le PMI ad internazionalizzarsi più intensamente e su vasta scala”, afferma Alberto Silini, responsabile Consulenza presso Switzerland Global Enterprise. “Fondare una filiale all’estero con i propri collaboratori è un passo critico, perché è possibile aumentare la propria crescita soltanto con una maggior vicinanza ai clienti, in particolare nei mercati lontani”. I collaboratori delle PMI intervistate sono impiegati per oltre il 40% nella vendita, nel marketing o servizio clienti e spesso gestiscono il mercato più intensamente di un partner di distribuzione.

Per tre quarti delle PMI, la sfida principale è costituita dall’identificazione di buoni collaboratori. “Nella maggior parte dei casi, una PMI nuova sul mercato e poco conosciuta non possiede ancora la reputazione e l’attrattiva per reclutare un manager locale con esperienza, necessario per lo sviluppo di una filiale”, afferma Martin Schneider, CEO e titolare di BRAINFORCE AG. Assumere un manager ad interim rappresenta l’opzione per superare questi ostacoli. In questo senso, un’impresa risparmia la curva di apprendimento nel mercato target, generalmente molto onerosa.”

Consigli per la ricerca di talenti in Germania, negli USA e in Cina

La costituzione di una filiale e la ricerca di collaboratori devono essere preparate a fondo, perché nella ricerca di talenti e nel reclutamento nei mercati target più importanti per le PMI, ovvero Germania, USA e Cina, vanno osservate condizioni quadro molto diversificate dal punto di vista giuridico e culturale. “In Germania, ad esempio, raccomandazioni personali nei confronti di un nuovo collaboratore possono essere veramente d’aiuto, mentre invece negli USA le referenze vanno verificate con un occhio critico. In Cina, invece, tali referenze devono essere valutate con prudenza”, sostiene Schneider.

LA PUBBLICAZIONE

La pubblicazione “Talentsuche im Ausland: Hürde und Lösungen für KMU” descrive i passi più importanti e i consigli sul reclutamento nei tre mercati. I dati si basano su un sondaggio condotto tra 120 PMI dei settori chimico-farmaceutico, meccanico, dei beni di consumo, dell’industria dei metalli, della carta, elettrotecnica, degli strumenti di precisione e dei servizi. Il sondaggio è stato realizzato tra agosto e settembre 2016. Sono state interpellate 71 imprese della Svizzera tedesca e 49 della Svizzera romanda. 80 di queste imprese contano un numero di collaboratori inferiore ai 50, 36 di esse fino a 250 e 4 oltre i 250 collaboratori.

BRAINFORCE®

BRAINFORCE® – è stata fondata a Zurigo nel 1979, come impresa innovativa del management e marchio di fabbrica per soluzioni di gestione ad interim. Nel suo ambito di specializzazione vanta un successo comprovato senza pari nell’area germanofona europea. Qualità e sostenibilità costituiscono i principi commerciali più importanti. Come gruppo aziendale, BRAINFORCE® si distingue nettamente dagli altri fornitori nel settore della gestione ad interim e delle soluzioni per esperti, grazie ai suoi oltre 37 anni di esperienza e internazionalizzazione. BRAINFORCE® ha dieci sedi nel mondo: Zurigo (sede principale), Monaco, Amburgo, Vienna, Tallinn, Mosca, Johannesburg, Bangkok, Hong Kong e Shanghai e gestisce un pool internazionale con oltre 5’000 dirigenti selezionati per la gestione ad interim e per incarichi di gestione di progetti. Trovate maggiori informazioni sul sito www.brainforce-ag.com

Documenti da scaricare gratuitamente 

Contatti

Alberto Silini
Head of Consultancy
+41 44 365 53 15