Competenza

Canada: piano di intervento economico per il COVID-19

L’economia canadese non è stata immune dagli effetti negativi della pandemia di COVID-19. Come risultato delle politiche dei governi federali e provinciali che mirano a mitigare la diffusione del virus, una chiusura economica virtuale di tutte le imprese che non si ritiene forniscano servizi essenziali, ha messo in pericolo la vitalità finanziaria di molte delle imprese del Paese.

Vist sulla collina del Parlamento

In risposta a questa improvvisa crisi economica, sia i governi federali sia quelli provinciali hanno rapidamente introdotto una legislazione che cerca di fornire sostegno alle imprese in tutto il Paese. Ci focalizzeremo per fornire una panoramica del programma federale chiamato “COVID-19 Economic Response Plan”. Ogni provincia del Canada ha una legislazione supplementare che mira a sostenere le imprese all’interno del proprio territorio.

Il piano canadese di intervento economico per il COVID-19 per le imprese ha quattro piattaforme: vi sono politiche volte ad evitare licenziamenti e a reintegrare i lavoratori; politiche per i pagamenti dilazionati, per l’accesso al credito e infine per sostenere la stabilità finanziaria.

Evitare i licenziamenti e le assunzioni di collaboratori

Esistono sono quattro diversi programmi a cui le aziende possono accedere nell’ambito di questa piattaforma. Il Canada Emergency Wage Subsidy copre il 75% dello stipendio di un collaboratore - fino a 847 dollari a settimana - per i datori di lavoro di tutte le dimensioni dell'azienda e in tutti i settori che hanno subito un calo delle entrate lorde di almeno il 15% a marzo, e del 30% in aprile e maggio. Il programma sarà in vigore per un periodo di 12 settimane, dal 15 marzo al 6 giugno 2020. La Temporary 10% Wage Subsidy è una misura di tre mesi che permetterà ai datori di lavoro ammissibili di ridurre l’importo della trattenuta salariale da versare alla Canada Revenue Agency (CRA). Stiamo estendendo la durata massima del Work-Sharing Program da 38 settimane a 76 settimane per i datori di lavoro interessati dal COVID-19. Questa misura fornirà un sostegno al reddito ai dipendenti che hanno diritto all’assicurazione per l’occupazione e che accettano di ridurre il loro normale orario di lavoro a causa di sviluppi che vanno al di là del controllo dei loro datori di lavoro. Il governo federale sta anche apportando modifiche temporanee al Canada Summer Jobs Program per consentire ai datori di lavoro di ricevere un sussidio salariale maggiore, in modo che anche i datori di lavoro del settore pubblico e privato possano ricevere fino al 100 per cento del salario orario minimo provinciale o territoriale per ogni dipendente. Ha anche esteso la data di scadenza per l’impiego al 28 febbraio 2021. Questa proroga consente alle imprese di adattare i loro progetti e le loro attività lavorative e di assumere personale a tempo parziale.

Pagamenti differiti

Il governo canadese sta concedendo più tempo per pagare le imposte sul reddito, consentendo a tutte le imprese di rinviare, a dopo il 31 agosto 2020, il pagamento di qualsiasi importo di imposta sul reddito che diventi esigibile a partire dal 18 marzo e prima di settembre 2020. Durante questo periodo non saranno conteggiati interessi o applicate penali su tali importi. Inoltre, permette alle imprese, compresi i lavoratori autonomi, di differire i pagamenti della GST/HST fino al 30 giugno 2020, nonché i dazi doganali dovuti sulle loro importazioni. Tali importi dovevano di norma essere presentati alla Canada Revenue Agency e alla Canada Border Services Agency già alla fine di marzo 2020.

Facilitare l’accesso al credito

Il programma di credibilità aziendale di recente istituzione consente di ottenere 40 miliardi di dollari di prestiti aggiuntivi e comprende i seguenti punti del programma: una garanzia di prestito per le piccole e medie imprese sostenute da Export Development Canada (EDC), l’agenzia canadese di credito all’esportazione, e un programma di co-prestiti per le piccole e medie imprese sostenute da Business Development Canada (BDC), la banca canadese per gli imprenditori.

In collaborazione con le istituzioni finanziarie, l’EDC fornisce finanziamenti per il programma di garanzia dei prestiti che permette alle PMI di richiedere nuovi crediti di esercizio e prestiti a termine per il flusso di cassa fino a 6,25 milioni di dollari. Nell’ambito del programma di co-lending, il BDC collabora con le istituzioni finanziarie per fornire prestiti a termine alle PMI per le loro esigenze di flusso di cassa operativo. Le imprese che soddisfano i requisiti possono ottenere crediti incrementali fino a 6,25 milioni di dollari.

In totale, tali aziende potrebbero ottenere fino a 12,5 milioni di dollari attraverso questi due programmi di prestito, che inizieranno a metà aprile. Le aziende interessate devono contattare le loro attuali istituzioni finanziarie per ulteriori informazioni.

Attraverso il Canada Emergency Business Account, le aziende possono accedere a prestiti senza interessi fino a 40'000 dollari per coprire i costi operativi. Il criterio da soddisfare è dimostrare di aver erogato da 20'000 a 1,5 milioni di dollari in totale per spese salariali nel 2019. Le aziende interessate devono contattare le loro istituzioni finanziarie per ulteriori informazioni.

Sostenere la stabilità finanziaria

Per sostenere la stabilità finanziaria, il governo canadese ha implementato una serie di misure. Tra le altre, il governo ha emanato una moratoria sui requisiti di solvibilità per gli sponsor di piani a benefici definiti regolamentati a livello federale. Il programma di acquisto di mutui ipotecari assicurati, in cui il governo acquista fino a 150 miliardi di dollari di pool di mutui ipotecari assicurati attraverso la Canadian Mortgage and Housing Corporation, ha l’obiettivo di fornire finanziamenti stabili a lungo termine alle banche e agli istituti di credito ipotecario e, in ultima analisi, di facilitare i prestiti alle imprese e ai privati canadesi. Inoltre, la Bank of Canada ha abbassato i tassi di interesse chiave, sta intervenendo per sostenere i principali mercati finanziari e sta fornendo supporto di liquidità alle istituzioni finanziarie. Inoltre, l’Office of the Superintendent of Financial Institutions sta abbassando il Domestic Stability Buffer dell’1,25% delle attività ponderate per il rischio, il che consentirà un ulteriore prestito di 300 miliardi di dollari da parte delle maggiori banche canadesi.

Siete interessati ad accedere alle ultime informazioni relative al Piano di risposta economica canadese?

Il governo canadese ha pubblicato una panoramica completa delle diverse misure di sostegno per le imprese, le industrie e i privati. Consultate il sito Internet per accedere alle informazioni aggiornate.

 

Come possiamo aiutarvi?

Se avete domande sul Piano di risposta economica canadese, o riguardanti le misure di sostegno provinciale che sono state implementate per aiutare le aziende a superare questa crisi, contattate Monica Zurfluh, Head of S-GE Southern Switzerland o lo Swiss Business Hub Canada. Siamo a vostra disposizione per fornirvi supporto in questi tempi difficili.

Contatto

Link

Di più
Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale