Comunicati Stampa

Google Svizzera e S-GE lanciano l’iniziativa “Market Finder”

Una piattaforma online completa con strumenti digitali e know-how pratico per l’esportazione: è questo il risultato di un’iniziativa lanciata da Google Svizzera e da Switzerland Global Enterprise (S-GE) con l’obiettivo di aprire alle piccole e medie imprese svizzere la strada a mercati di esportazione attrattivi e quindi a interessanti opportunità di crescita.

Google Market Finder

Oggigiorno sempre più PMI guardano oltre i loro mercati di vendita tradizionali europei. Questo per meglio compensare future fluttuazioni valutarie e per prepararsi ai grandi cambiamenti dell’economia mondiale: nel 2030 due terzi del ceto medio globale vivrà in Asia. Sempre più esportatori mirano quindi, a lungo termine, a posizionarsi su mercati lontani. E la piattaforma “Market Finder” intende dare loro una mano.

“Il nostro obiettivo è quello di introdurre un maggior numero di PMI alle catene di valore internazionali e di facilitare questo percorso con gli strumenti digitali”, afferma Daniel Küng, CEO di S-GE. “Gli strumenti digitali aiutano a conoscere e comprendere il mercato e il comportamento dei consumatori. Ciò è particolarmente importante per le PMI con minori risorse. In molti Paesi, i canali digitali sono diventati componenti indispensabili di una strategia di ingresso sul mercato.”

Tobias Wittmann, Direttore di Google per International Growth Strategy & Sales (EMEA) aggiunge: “I canali digitali aprono alle aziende esportatrici una moltitudine di nuove opportunità, come ad esempio trovare nuovi clienti nei mercati esistenti e in nuovi mercati o migliorare i servizi e il dialogo con la clientela. Le aziende dovrebbero investire nei loro canali digitali e nelle conoscenze in campo digitale. Siamo lieti, assieme a Switzerland Global Enterprise, di sostenere gli esportatori svizzeri con strumenti specifici e una formazione gratuita e di contribuire al rafforzamento della piazza economica svizzera.”

Oggi 2.5 miliardi di persone sono online in tutto il mondo, ma nel prossimo decennio ulteriori 5 miliardi di persone avranno l’accesso a Internet. La vera dimensione del potenziale di Internet quale fattore economico e d’esportazione è quindi chiara.

Un progetto di esportazione può essere portato avanti in molti modi sui canali digitali, cominciando dall’analisi della domanda dei propri prodotti nei mercati target, dalla valutazione dei clienti potenziali e così via sino al marketing online e alle vendite tramite l’e-commerce - sempre più spesso anche attraverso dispositivi mobili. Pertanto, l’uso di canali digitali è essenziale per le aziende svizzere che desiderano raggiungere i consumatori all’estero e ampliare la clientela, che sia in ambito B2B o B2C.

Strumenti digitali: da integrare in una strategia complessiva

Tuttavia, in molti casi alle PMI mancano capacità e know-how, sia in termini di internazionalizzazione stessa sia di strumenti digitali. Oltre ai canali digitali, nel mercato di riferimento servono anche una buona rete di partner e altri canali di marketing e di vendita. Inoltre, le differenze culturali e normative non devono essere sottovalutate. “L’apertura di nuovi mercati rimane una sfida, ma gli strumenti digitali possono rendere molto più facile l’ingresso sul mercato. Essi devono quindi essere visti come parte di una strategia globale di esportazione”, afferma Daniel Küng.

Il “Market Finder” fornisce le competenze digitali necessarie e mette a disposizione strumenti pratici e moduli di eLearning. La piattaforma collega le aziende esportatrici a Google, Switzerland Global Enterprise e ad altre organizzazioni, allo scopo di fornire le risposte a tutte le possibili domande inerenti le esportazioni: dalla strategia d’internazionalizzazione al finanziamento e alle coperture assicurative sino a domande tecniche in ambito doganale e fiscale.

Market Finder

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale