Export Knowhow

Abolizione dei contributi all’esportazione: conseguenze per il traffico di perfezionamento attivo

Dal 1° gennaio 2019, i contributi all’esportazione per i prodotti agricoli trasformati sono aboliti. La procedura di autorizzazione per il traffico di perfezionamento attivo verrà semplificata ai sensi di una misura d’accompagnamento.

I contributi all’esportazione per i prodotti agricoli trasformati sono aboliti
I contributi all’esportazione per i prodotti agricoli trasformati sono aboliti

Finora la Confederazione avevaversato contributi all’esportazione per determinati latticini e cereali di base, contenuti in prodotti come cioccolata, biscotti, paste, alimenti per bambini o bevande a base di latte. In base alla decisione presa dall’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) nel quadro della Conferenza ministeriale a Nairobi, tali contributi all’esportazione di prodotti agricoli trasformati sono considerati sovvenzioni all’esportazione vietate nell’ambito del diritto commerciale internazionale. Pertanto, il Consiglio federale ha deciso di abolire i contributi all’esportazione a partire dal 1° gennaio 2019.

Al contempo, il Consiglio federale ha pianificato diverse misure d’accompagnamento per preservare i posti di lavoro e il valore aggiunto nella produzione di derrate alimentari. Questo ha implicato, tra l’altro, un adeguamento dell’ordinanza sulle dogane per quanto riguarda il traffico di perfezionamento attivo.

Nuova procedura di autorizzazione semplificata del traffico di perfezionamento attivo

Dal 1° gennaio 2019 la procedura di autorizzazione per le seguenti materie prime viene semplificata:

  • materie prime che danno attualmente diritto a contributi all’esportazione;
  • latte scremato nonché frumento, spelta, segala e frumento segalato.

Per i summenzionati prodotti di base la procedura di consultazione attuale viene sostituita da una procedura d’informazione. L’AFD informa regolarmente le organizzazioni interessate in merito alla presentazione di richieste relative all’autorizzazione per il traffico di perfezionamento in entrata. I membri di tali organizzazioni hanno così la possibilità di offrire ai richiedenti le materie prime svizzere a condizioni concorrenziali per l’esportazione. L’AFD accoglie le richieste se i richiedenti non le ritirano entro il termine di carenza di 10 giorni lavorativi e se le altre condizioni vigenti relative al traffico di perfezionamento attivo sono soddisfatte.

Link

Condividete
How should we contact you?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale