Export Knowhow

Konnichiwa! – Il vostro prodotto parla giapponese?

Il Giappone è tra le maggiori potenze economiche mondiali, eppure è un mercato difficile per PMI e startup svizzere. Scoprite perché ciò è strettamente connesso con la lingua e la cultura del Paese.

Giappone

Il Giappone è la terza economia mondiale e la lingua giapponese ha quasi 127 milioni di parlanti, costituiti quasi esclusivamente da madrelingua nella Nazione nipponica, nonché minoranze giapponesi negli USA e in Sudamerica. La più grande comunità giapponese al di fuori del Giappone si trova in Brasile, dove a partire dal XX secolo lavora principalmente nella coltivazione del caffè. Non sorprende, quindi, se in Giappone ci si imbatte in una solida cultura del caffè nonostante la marcata supremazia del tè.

La cultura nipponica è vastissima… ma solo se si parla la lingua giusta

La popolazione di internauti giapponesi ammonta a quasi 119 milioni di utenti, ovvero un’ottima quota pari al 92% della popolazione giapponese. Gli utenti attivi di Internet mobile sono 99,4 mio. Qui la digitalizzazione evidentemente è completa e i media penetrano nella società giapponese quotidianamente attraverso i canali più svariati. Una premessa ottimale, quindi, perché il vostro prodotto possa raggiungere i gruppi target nel modo più ampio possibile, se non fosse per un paio di intoppi: nell’indice EF English Proficiency il Giappone si attesta in una posizione piuttosto arretrata, al 53° posto, inoltre la lingua giapponese è tra le più complesse al mondo. Ciò rende il Paese uno dei mercati più ostici per le aziende estere e richiede un’elevata competenza nella sua cultura e lingua. Solo circa un terzo dei consumatori nipponici farebbe acquisti su un sito web in lingua inglese. Tra le donne giapponesi, addirittura il 47% evita uno shop online inglese. Volete fare affari in Giappone? Allora dovete farlo in giapponese.

Si fa presto a dire “giapponese” – la scelta giusta porta al successo negli affari

La complessità della lingua è quasi impareggiabile e richiede competenze approfondite non solo sul piano linguistico, ma anche culturale. Lo sapevate che il giapponese usa fino a tre diversi alfabeti in una stessa frase? Utilizza l’alfabeto “katakana” per i prestiti linguistici, soprattutto dall’inglese. L’alfabeto “hiragana” viene utilizzato principalmente per le desinenze di verbi e aggettivi. Il giapponese odierno consiste per circa il 50%di parole di origine cinese denominate “kanji”. Tali termini costituiscono il terzo alfabeto e sono impiegati sotto forma di caratteri cinesi per sostantivi e radici delle parole. Un kanji poi può essere letto in due o più modi diversi. Per una corretta traduzione in giapponese è quindi importante sapere quando e quale alfabeto e kanji utilizzare. Visivamente, il giapponese dà l’impressione di essere impreciso rispetto ad altre lingue. Ad esempio, termine giapponese “aoi” può significare blu, verde o anche pallido. Al contrario, a livello di suoni, l’impressione è quella di un’enorme precisione. Questo può essere un fattore decisivo per il commercio di certi prodotti.

Il contesto giapponese per un’internazionalizzazione riuscita

Per ogni azienda, che si tratti di una PMI di successo o di una giovane startup, l’internazionalizzazione è una tappa determinante e fondamentale. Particolarmente importante è la localizzazione dei contenuti rilevanti per il marketing. I fattori decisivi a tal proposito sono la traduzione del sito web e delle presentazioni, nonché la trasposizione dei dati dei prodotti in nuove lingue. La traduzione, che è uno dei compiti che fanno parte di un progetto di localizzazione, dev’essere orientata alle particolarità culturali della regione di destinazione. Il Giappone in qualità di mercato target svolge un ruolo straordinario in questo contesto. Grazie alla posizione geografica, le radici della cultura nipponica presentano analogie sia con i ceppi del Sud-est asiatico sia con quelli siberiani. A ciò si aggiunge il successivo influsso dei migranti cinesi e coreani e l’apertura all’Occidente nel dopoguerra, con gli albori dell’odierna cultura pop giapponese. Tuttavia la popolazione possiede un forte orgoglio nazionale, perché da tutti questi influssi hanno creato una cultura giapponese omogenea che si differenzia chiaramente dagli influssi del passato. A maggior ragione, per avere successo nel proprio business è ancora più importante rivolgersi al consumatore giapponese correttamente nella sua lingua e in modo culturalmente appropriato. Nel gestire traduzioni in giapponese dovete quindi scegliere un partner solido, che vi permetta di avere successo, potendo contare sul supporto di madrelingua esperti.

 

24translate fornisce supporto con successo alle PMI e grandi gruppi aziendali svizzeri per i loro progetti di localizzazione e traduzioni dal 2002.

I dati di ricerca di mercato sono stati messi a disposizione previa autorizzazione di Nimdzi.

Per saperne di più sul mercato giapponese

Volete conoscere le vostre opportunità di business in Giappone? Contattate oggi stesso Monica Zurfluh e discutete il vostro progetto di esportazione. Switzerland Global Enterprise offre una prima consulenza Paese gratuita, realizza approfondite analisi di mercato e della concorrenza, vi fornisce supporto nella ricerca del partner commerciale giusto e vi informa sulle disposizioni di legge.

Link

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale