Global Opportunities

Arabia Saudita: Alla ricerca di soluzioni per la gestione dei rifiuti

Lo spreco, e la sua eliminazione in un modo che abbia senso per l’economia e l’ambiente, è una questione che di recente è stata oggetto di maggiore attenzione in Arabia Saudita. I volumi di rifiuti sono in aumento, come risultato della rapida urbanizzazione combinata con alcune questioni sociali di lunga data riguardanti lo spreco generale, il che rende questo problema serio e continuo. Il governo saudita è alla ricerca di soluzioni, si aprono quindi grandi opportunità per le aziende svizzere nel settore della gestione dei rifiuti.

Stazione di riciclaggio per bottiglie in PET
Stazione di riciclaggio per bottiglie in PET

I governi intendono affrontare il problema dei rifiuti

Sostenuto da obiettivi generali ambiziosi ma raggiungibili per la deviazione dei rifiuti dalle discariche, il governo saudita è disposto a fare di più per la gestione dei rifiuti sia nel settore privato che in quello pubblico. Poiché i governi mirano a diminuire i rifiuti, ciò ha portato a una serie di recenti annunci riguardanti nuove leggi e iniziative per affrontare il problema attraverso una serie di mezzi innovativi.

Misure innovative come soluzione al problema dei rifiuti

Mentre alcune di queste misure implicano una maggiore educazione e sostegno al riciclaggio nelle case, molte di esse sono a diretto sostegno degli investimenti Cleantech e dell’esplorazione di nuove soluzioni innovative per la gestione dei rifiuti verdi. L’Arabia Saudita è il maggior produttore di rifiuti della regione (15 milioni di tonnellate all’anno, che raddoppieranno entro il 2033). Gran parte dei rifiuti solidi dello Stato saudita è costituita da alimenti e organici, seguiti da carta e plastica. Vale la pena ricordare che i rifiuti solidi urbani vengono raccolti in contenitori individuali o comunitari e smaltiti in discariche.

Riciclaggio ancora in fase iniziale

Il riciclaggio, il riutilizzo e il recupero energetico sono ancora in una fase iniziale, anche se stanno ricevendo maggiore attenzione. La raccolta differenziata e il riciclaggio dei rifiuti sono guidati da un settore informale attivo. Le attività di riciclaggio sono per lo più manuali e ad alta intensità di manodopera. Il compostaggio sta guadagnando sempre più interesse anche in Arabia Saudita a causa dell’elevato contenuto organico dei rifiuti solidi urbani (circa il 40%).

In risposta a questo crescente problema, il Public Investment Fund (PIF) sta progettando di creare la Saudi Recycling Company (SRC), un ente di gestione dei rifiuti che avrà il potere di avviare e sostenere progetti di riciclaggio domestico in tutto il paese. Attualmente, l’Arabia Saudita ricicla solo il 10% circa dei suoi rifiuti, il governo mira, attraverso la SRC, ad aumentare questa percentuale fino a raggiungere l’85% nell’ambito della sua strategia nazionale chiamata Vision 2030. Il governo vuole sviluppare 3GW di impianti di termovalorizzazione entro il 2030, gestire i rifiuti solidi del Paese, contribuire al suo carico di base di energia elettrica e diversificare la sua energia. Questo sviluppo rappresenta un’ottima opportunità per le aziende svizzere del settore delle tecnologie pulite e della gestione dei rifiuti.

Se desiderate saperne di più su questa opportunità specifica o in generale, non esitate a contattare la responsabile S-GE per la Svizzera italiana Monica Zurfluh.

Link

Condividete
How should we contact you?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale