Global Opportunities

Kuwait – Stato desertico in trasformazione

L’economia del Kuwait è in profonda trasformazione. Il ricco emirato del Golfo cerca l’indipendenza dagli ormai scarsi proventi derivanti dal petrolio. Investimenti miliardari nell’energia, nei trasporti, nella sanità, tecnologia e nelle infrastrutture moderne permettono grandi opportunità anche agli esportatori svizzeri.

Panorama sul Kuwait

La drastica recessione del prezzo del petrolio, iniziata nel 2014, ha colpito duramente l’economia del Kuwait. L’oro nero è la principale fonte di reddito dell’Emirato con i suoi quasi 4 milioni di abitanti. Grazie alle riserve statali stimate ad un valore di 550 miliardi di dollari USA e a un elevato reddito pro capite, sebbene il Kuwait si annoveri ancora tra i dieci più ricchi Paesi del mondo, il ribasso del prezzo resta un tallone d’Achille. Per rendere il Paese indipendente dai proventi petroliferi, il governo del Kuwait ha avviato un ambizioso piano quinquennale. Grazie ad esso, l’economia sarà fondamentalmente diversificata entro il 2035, verrà potenziata l’industria e saranno incentivate le esportazioni. Al contempo, il Paese dovrà diventare un centro commerciale e finanziario.

Ottime premesse

Per sostenere al meglio la trasformazione economica, il Kuwait investe somme considerevoli nei settori energia, trasporto, salute, tecnologie e ammodernamento delle infrastrutture. Con nuove superfici commerciali e zone industriali, il Kuwait sostiene l’espansione di produttori attuali e promuove lo sviluppo di industrie chiave, come ad esempio, l’industria farmaceutica, petrolchimica, della plastica o delle derrate alimentari. Attualmente esistono oltre 700 progetti con un valore complessivo superiore a 230 miliardi di dollari USA tra cui numerosi nuovi centri residenziali, strade e ponti. A tale proposito vengono importati in grande quantità materiale edile, attrezzature e tecnologia. Imprese svizzere hanno già contribuito in passato alla realizzazione di importanti progetti infrastrutturali in Kuwait. La sua recente trasformazione costituisce un’ulteriore grande opportunità. Le premesse giuridiche sono ottimali: entrambi i Paesi sono collegati dal punto di vista economico da un accordo di protezione degli investimenti e di doppia imposizione; nel 2014 è entrato in vigore anche l’accordo di libero scambio tra gli Stati AELS e quelli del Consiglio di cooperazione del Golfo.

Una panoramica sui principali progetti:

Via della seta

La Cina vuole investire 300 miliardi di dollari USA nell’iniziativa “Belt-and-road”, la nuova “via della seta”, con il cui aiuto sarà creata un’ampia rete commerciale e infrastrutturale tra l’Asia, l’Europa e l’Africa. In tal senso, la Cina pianifica collaborazioni con il Kuwait in progetti d’infrastruttura, tra cui la costruzione del nuovo piano urbanistico Al-Harir City e la valorizzazione di cinque isole disabitate sulla costa orientale del Kuwait.

Industria farmaceutica

Grazie a un nuovo accreditamento relativo alla conformità dell’export è previsto un nuovo salto di crescita per l’industria farmaceutica. I laboratori del Kuwait possono pertanto aumentare l’efficienza dei test sui medicamenti e garantire la qualità dei prodotti. Quello farmaceutico è considerato un settore avente un enorme potenziale di crescita per la produzione e l’esportazione.

Aeroporti

A febbraio 2018, la turca Limak-Holding ha firmato un accordo del valore di oltre 830 milioni di dollari USA per il finanziamento di un nuovo terminal presso l’aeroporto internazionale del Kuwait. L’ente di aviazione civile del Kuwait valuta inoltre piani relativi alla costruzione, nel nord del Paese, di un aeroporto con la capacità di 25 milioni di passeggeri all’anno per far fronte al crescente traffico aereo in Kuwait. Sono preventivati investimenti del valore di 12 miliardi di dollari USA e circa 15’000 nuovi posti di lavoro.

Centro commerciale “The Avenues”

Aperto nel 2007, “The Avenues” è il più grande centro commerciale del Kuwait con 8.5 ettari di superficie retail uno dei più vasti a livello internazionale. Nell’ultimo ampliamento, inclusi due nuovi hotel, sono stati investiti due miliardi di dollari USA. Il numero di negozi è salito da 800 a 1’100 con 3000 posti di lavoro in più.

Progetti di costruzione

L’impresa edile turca Limak ha ottenuto un contratto di infrastrutture dal governo del Kuwait per la costruzione, la finalizzazione e la manutenzione di 3’260 proprietà immobiliari per gli enti governativi locali. Il gigante immobiliare del Kuwait United Real Estate Company progetta la costruzione di un due grattacieli a 40 piani nel quartiere Hessah Al Mubarak e lungo la Arabian Gulf Road. Nei prossimi anni, sono oltre 80 i progetti legati alla costruzione di strade che dovranno essere ultimati.

Energia

Il Ministero dell’energia e dell’acqua del Kuwait ha sottoscritto due contratti del valore di 141 miliardi di dollari USA al fine di ammodernare le centrali Doha West e Sabiya. Per il futuro, il governo, data la domanda in crescita, prevede di generare dal 2030 circa il 15% dell’elettricità da fonti di energia rinnovabili.

 

Volete scoprire di più sulle opportunità commerciali in Kuwait?

Offriamo una prima consulenza Paese gratuita, realizziamo a seconda dell’esigenze analisi di mercato e della concorrenza approfondite e chiariamo disposizioni legali. Monica Zurfluh, Head of S-GE Southern Switzerland sarà lieta di assistervi.

Contatto

Link

Condividete
How should we contact you?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale