Global Opportunities

Bevande energetiche ed istantanee in Indonesia

Una panoramica sul mercato

Negli ultimi quattro anni, il consumo pro capite delle principali categorie di bevande istantanee ha avuto una crescita di oltre il 60%. Tra i prodotti pronti da bere, il tè è la bevanda preferita dai consumatori indonesiani. A seguire, vi sono i succhi pronti da bere, bevande sane, energetiche e con aggiunta di anidride carbonica. Il Ministero indonesiano dell’industria prevede un potenziamento del mercato delle bevande istantanee nei prossimi anni, contribuendo così a fornire opportunità alle aziende svizzere attive in quest’industria.

Bevande istantanee

L’aumento del potere d’acquisto dei consumatori, i benefici a valore aggiunto per la salute, nonché una varietà unica di gusti potrebbero contribuire a fare aumentare le vendite. Una maggiore attenzione per la salute, in particolare tra i consumatori indonesiani residenti nelle città, ha spinto la domanda di prodotti sani e quindi anche un po’ più cari.

Panoramica sul mercato delle bevande istantanee

In generale, le importazioni indonesiane di bevande istantanee sono raddoppiate passando da 46.1 milioni di dollari USA nel 2016 a 108 milioni nel 2017. Tra i prodotti importati dall’estero si annoveravano succhi pronti per un valore di 24.3 milion di dollari. I principali Paesi esportatori sono stati Brasile (47.4%), Cina (11.7%), USA (11.2%), Austria (7.5%) e India 83.2%). Nel 2017 sono state importate bevande minerali e gassate della categoria con codice del sistema armonizzato 220110 per un valore di 29 milioni di dollari. I prodotti in questa categoria sono stati principalmente forniti da Malesia, Thailandia, Austria, Singapore e Cina. Per altre categorie di bevande come drink energetici e bevande a base di caffè, la Malesia e la Thailandia sono state le principali Nazioni rappresentanti il 62.8% e il 22.2% del totale delle importazioni per un valore di 54.7 milioni di dollari USA.

Principali player nell’industria

I principali player nel mercato delle bevande istantanee possono essere suddivisi nelle seguenti categorie di prodotti: tè e succhi pronti da bere, bevande sane e energetiche, bevande gassate. Nel 2017, il mercato del tè era controllato da Sinar Sosro con il suo brand popolare Tehbotol Sosro (50% della quota). Produttori internazionali quali Nestlé, Coca-Cola si sono piazzati al secondo posto con il loro marchio comune Frestea. Altri competitor erano Mayora Indah (Teh Pucuk Harum), ABC President Indonesia (Nu Green tea) e Ultrajaya (teh Kotak). In questo segmento vi è una concorrenza piuttosto accentuata con numerose altre aziende internazionali che hanno avviato collaborazioni con aziende locali food & beverage. Tra di esse si annoverano le joint venture Asahi Japan e Indofood (Ichi Ocha), Suntory Japan e Gardua Food (Mytea) nonché ITO EN Japan e Ultrajaya (Kiyora). Nella categoria dei succhi di frutta pronti da bere, Coca-cola Indonesia è leader con il suo brand Minute Maid.

Mentre nel segmento degli energy drink, il mercato è stato controllato da Asia Health Energi Bevarege (65% della quota di mercato) con il suo marchio Kratingdaeng (Redbull). L’azienda espande continuamente la sua quota di mercato mediante lo sponsor di eventi sportivi. Il segmento delle bevande gassate è controllato da Coca-Cola Indonesia con i suoi marchi Coca-Cola, Sprite e Fanta. Il marchio popolare e la sua ampia rete di distribuzione sono alcuni dei fattori chiave della penetrazione di mercato di successo della Coca-Cola in Indonesia.

Canali di distribuzione: venditori al dettaglio, negozi di generi alimentari, punti vendita e hotel

Nel 2017, le vendite nei negozi indonesiani di generi alimentari al dettaglio sono aumentate del 10% rispetto al 2016 raggiungendo 109.17 miliardi di dollari USA. I venditori al dettaglio tradizionali quali chioschi e venditori ambulanti in strada si confermano una roccaforte con una quota dell’83% in questo segmento. Tuttavia, i consumatori del ceto medio-alto tendono a vendere prodotti in punti di vendita commerciali moderni, quali supermercati, ipermercati e convinience store per il loro aspetto moderno e per la varietà di prodotti e livelli di qualità. Inoltre, i convenience store detengono una forte posizione rispetto ai prodotti della distribuzione in negozi di alimentari nelle regioni meno battute del Paese. Le catene alberghiere e i ristoranti di alto livello sono importanti canali per gli alimenti e le bevande occidentali, dato che i loro clienti sono più orientati a livello internazionale. Accor Hotel, Archipelago International, Santika Hotel & Resort, Marriot International e Tauzia Hotel Mangement Indonesia sono tra le principali catene alberghiere che operano in Indonesia. Mentre Mahadya Group, Ismaya Group, Sriboga Group, Kawan Lama Group e CT Corp sono leader del business dei ristorante franchising.

Come accedere al mercato delle bevande istantanee ed energetiche?

Per accedere ai canali sopra menzionati, gli esportatori esteri devono incaricare partner locali affidabili che si occupino dell’importazione, registrazione distribuzione dei prodotti. Tutte le bevande devono essere registrate dell’Indonesian Food & Drug Control Authority (BPOM). La registrazione può essere effettuata online caricando tutti i documenti amministrativi e tecnici relativi ai prodotti. Alcuni dei documenti richiesti sono: lettera di esportatore autorizzato, certificato di libera vendita, certificazione GMP, certificato di analisi, informazione sugli ingredienti, diagramma di flusso della produzione e informazioni sul marchio. Dopo aver completato l’invio dei documenti, la BPOM realizzerà una valutazione del prodotto. Qualora non siano richieste ulteriori spiegazioni, sarà emesso il numero di registrazione (codice ML per prodotti importati). Il processo di registrazione richiederà all’incirca 1.5-6 mesi e il costo è di 20.5 dollari a prodotto. Un distributore che soddifsfa determinati requisiti (ad esempio senza disapprovazioni nelle ultime 5 registrazioni) ha accesso alla procedura di registrazione prioritaria online (autorizzazione emessa in 10 giorni lavorativi).

Permessi d’importazione, tasse e requisiti

Inoltre, il distributore deve richiedere un permesso d’importazione (SKI) per sdoganare i prodotti dall’ufficio doganale. Per le bevande istantanee (non alcoliche) il governo indonesiano applica dazi all’importazione fino al 5%. Inoltre, si applica il 10% di IVA e il 7.5% di tasse all’importazione (ad eccezione dei succhi di frutta che sono tassati al 2.5%). In previsione dell’entrata in vigore della legge sui prodotti halal nel 2019, si consiglia agli esportatori di famigliarizzarsi con i requisiti. I prodotti food privi di una certificazione halal devono essere contraddistinti in quanto tali.

 

 

 

Interessanti opportunità per le aziende svizzere

Scoprite il mercato indonesiano partecipando a Food Hotel Indonesia che si svolgerà a Jakarta il 24-27 luglio 2019. Lo Swiss Business Hub Indonesia sarà presente con un Mini Swiss Pavilion. Se volete conoscere maggiori dettagli contatatte Monica Zurfluh, Head of S-GE Souhthern Switzerland.

Contatto

Link

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale