Global Opportunities

Opportunità nell’industria alimentare brasiliana

Il Brasile, uno dei maggiori produttori ed esportatori alimentari del mondo, offre interessanti opportunità per i fornitori dell’industria di trasformazione alimentare. Scoprite quali tecnologie sono richieste per questo settore in crescita.

Raccolta della canna da zucchero
Raccolta della canna da zucchero

La grande estensione territoriale e la diversità climatica del Brasile consentono al Paese di produrre una vasta gamma di prodotti agricoli. Il Paese è il più grande produttore mondiale di caffè, succo d’arancia e zucchero, il secondo più grande di carne bovina e soia, il terzo più grande di mais e pollame, il quarto più grande di carne suina e olio di soia e il quinto di cotone, latte e uva.

Crescita costante nel settore agricolo

L’agroalimentare, che rappresenta il 30% del PIL, è uno dei pochi settori economici che hanno goduto di una crescita costante, anche durante la lunga e dura crisi economica degli ultimi anni. Ciò significa che le tecnologie di trasformazione alimentare sono sempre più richieste. Attualmente, l’85% del cibo consumato nel Paese subisce un qualche tipo di processo industriale; questa percentuale era del 70% nel 1990 e solo del 56% nel 1980. La sola industria alimentare brasiliana genera un fatturato di 170 miliardi di dollari all’anno, che rappresenta il 9,5% del PIL. È una delle più grandi del mondo, con 45.000 imprese, di cui l’86% sono PMI con meno di 20 collaboratori.

Nel Paese operano anche grandi gruppi multinazionali, come Nestlé, Unilever, Bunge, Kraft e Cargill.

Nel 2018, il fatturato netto dell’industria delle bevande è stato di 127,7 miliardi di R$, che, sommato ai 528,3 miliardi di R$ generati dall’industria alimentare, ammonta a 656 miliardi di R$, una cifra molto consistente. La maggior parte della produzione è concentrata nelle grandi aree urbane del Paese, in particolare nello stato di San Paolo, dove si concentra un numero considerevole di aziende di trasformazione.

Trasformazione alimentare nel mercato interno

Il mercato interno assorbe l’80% della produzione alimentare, le principali categorie sono: sottoprodotti di carne, tè, caffè, cereali industrializzati, prodotti lattiero-caseari, oli e grassi, zucchero raffinato, prodotti di frumento, prodotti ortofrutticoli, cioccolato e caramelle, prodotti secchi e surgelati, pesce in scatola. Le categorie con i maggiori incrementi sono state le conserve vegetali (8,1%), gli alimenti secchi e surgelati (3,1%), gli oli e grassi (1,7%).

Previsioni positive per il 2019

Sebbene i prodotti esportati siano solo una frazione della produzione totale, il Brasile è il più grande esportatore mondiale di alimenti trasformati in volume e il quinto per valore. Vale la pena di sottolineare in particolare il succo d’arancia, di cui è il più grande produttore ed esportatore. La previsione per il 2019 è positiva, con un aumento dal 2,5 al 3% in volume e dal 3 al 4% in termini di entrate, per un totale di 40 miliardi di dollari di esportazioni.

Sfide e opportunità per l’industria alimentare in Brasile

Per incentivare l’innovazione, il governo brasiliano ha ridotto i dazi all’importazione di 322 macchinari nel 2017, generando una riduzione di 28 milioni di R$ nel costo dell’investimento per le aziende beneficiarie. Tra i settori che hanno beneficiato di questa misura, l’11,85% delle attrezzature importate era destinato all’industria delle bevande e il 4,47% all’industria alimentare. Queste importazioni hanno contribuito alla costruzione di nuovi centri di ricerca per sviluppare e migliorare la produzione.

Le tecnologie utilizzate nel settore per il quale si prevede una forte domanda per il prossimo anno sono:

- Lavorazioni ad alta pressione
- Riscaldamento a microonde
- Luce ultravioletta
- Campo elettrico pulsato

Inoltre, sono importanti tutti i tipi di tecnologie che rispondono alle esigenze dei clienti di oggi. Questi requisiti riguardano principalmente le proprietà nutrizionali e il modo in cui gli alimenti sono prodotti, evitando l’elevato impatto ambientale della produzione e del confezionamento. L’industria alimentare è sempre più sollecitata ad adottare processi e procedure che consentono di risparmiare acqua ed energia. I consumatori chiedono inoltre sempre più spesso all’industria alimentare di ridurre la quantità di sodio e zucchero negli alimenti trasformati e di creare più pasti pronti per i bambini.

Opportunità interessanti per le aziende svizzere

Vi sono numerose opportunità interessanti che meritano di essere messe in risalto, in particolare per quanto riguarda il settore dei succhi d’arancia. Dopo l’estrazione del succo, la buccia e la polpa vengono riutilizzate per altri scopi, soprattutto nella produzione di alimenti per animali. Di conseguenza, le tecnologie che consentono la lavorazione preventiva di questi sottoprodotti hanno buone possibilità di successo sul mercato. Un altro aspetto importante è la produttività, che è un elemento chiave in un Paese come il Brasile, dove ci sono solo due raccolti all’anno. Inoltre, altre tecnologie che vengono richieste sono gli ultrasuoni per la produzione di bevande, in particolare per l’acqua di cocco.

 

Come beneficiare delle opportunità nell’industria alimentare brasiliana?

Contattate Monica Zurfluh Head of S-GE Southern Switzerland per conoscere maggiori informazioni su queste opportunità e per sapere come beneficiarne.

Contatto

Link

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale