Global Opportunities

Cleantech in Francia: opportunità per aziende svizzere

La Francia è il terzo Paese più interessante al mondo per lo sviluppo di energie rinnovabili, secondo Business France. Questo Paese confinante con la Svizzera offre perciò grandi opportunità di business nel settore cleantech.

Francia

Dopo la Cina e gli Stati Uniti, la Francia è il terzo Paese più interessante al mondo per lo sviluppo di energie rinnovabili. Il finanziamento di capitale proprio di aziende francesi cleanteh ha superato il 60% nel 2018, raggiungendo 1,54 miliardi di euro che rappresentano la somma delle riscossioni ottenute tramite tutte le fonti di finanziamento (capitale privato, business angel, industrie, finanziamento collettivo, mercato azionario) per un totale di 114 operazioni.

I principali attori nel settore cleantech francese

La Francia ha il potenziale per poter giocare un ruolo leader in questa rivoluzione verde. Iniziando con una struttura legislativa favorevole alle aziende cleantech. Sotto l’influsso della presidenza francese della Cop21 (Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici), i regolamenti francesi sono in prima linea in Europa. Nel 2015, la legge sull’energia per la crescita verde ha formalizzato diversi forti impegni: una quota del 32% di energie rinnovabili nel 2030, la semplificazione delle autorizzazioni di costruzione per aziende agricole eoliche e fotovoltaiche e la possibilità per le comunità di sostenere progetti verdi, dimezzando la quantità di rifiuti portati in discarica entro il 2025.

Programma di sostegno per le giovani aziende cleantech

Diverse istituzioni supportano anche questa dinamica fondamentale, per esempio Cleantech Open France, il principale programma di sostegno per giovani aziende francesi nel settore. Al centro di una rete di 600 startup e di oltre 60 partner, la struttura identifica le migliori startup, le supporta a livello operativo e le fa partecipare agli eventi mondiali. I primi vincitori del programma sono importanti aziende quali BlaBaCar o Actility. Lo scorso dicembre, Cleantech Open France è stato un partner dell’One Planet Summit, organizzato a Station F. (Start-up Campus a Parigi) in cui circa 30 startup hanno presentato soluzioni ecologiche innovative. Un altro esempio è Innov’éco Award che spicca come “clean tech hub of innovation”. Quest’iniziativa premia progetti varie volte l’anno e fornisce alle start-up partecipanti uno spazio per ottenere contatti e condividere le loro pratiche.

I principali investimenti sono stati svolti nelle energie rinnovabili, nell’eco mobilità, nell’efficienza energetica e nella tecnologia agricola.

Il settore dell’energia rinnovabile rappresenta la metà dell’operazione, ad esempio 769 milioni di euro raccolti, inclusi 450 milioni da Neoen, lo sviluppatore e produttore di energie rinnovabili quando è stato introdotto nel mercato Euronext di Parigi. L’eco mobilità è al secondo posto, grazie a BlaBlaCar. Leader del carpool è riuscito a raccogliere nuovamente oltre 100 milioni di euro. Al terzo posto, l’efficienza energetica condotta da aziende attive nel settore degli smartphone ricondizionati come Recommerce (50 milioni di euro) e Back market (41 milioni di euro).

Agtech tra i settori emergenti

La tecnologia agricola (AgTech) è tra i settori emergenti, ha conosciuto un grande successo con 93 milioni di euro raccolti tramite otto operazioni. Il settore dovrebbe confermarsi molto dinamico, all’inizio del 2019 la startup Ynsect ha raccolto 110 milioni di euro per industrializzare l’allevamento e la lavorazione di insetti per mangime animale.

Sono anche sempre più numerosi i cittadini che finanziano la transizione ecologica. Nel 2018 hanno contribuito con 52 milioni di euro al settore dell’ambiente e delle energie rinnovabili. Oltre agli investimenti azionari in aziende, i finanziatori collettivi sono particolarmente interessati nel finanziamento di progetti rinnovabili tramite piattaforme quali Lendosphère, Lendopolis, Lumo o Wiseed.

I diversi settori

  • Bioenergia
  • Eolico onshore
  • Eolico offshore
  • Solare fotovoltaico
  • Energia idroelettrica
  • Energie marine rinnovabili
  • Biocombustibili
  • Energia geotermica e pompe di calore
  • Eco mobilità
  • AgTech
  • Gestione delle acque
  • Gestione dei rifiuti

Esempi di progetti cleantech in Francia

  • Le scommesse di Vichy sul solare: l’agglomerazione di Vichy ha lanciato, nel gennaio 2019, un invito ai progetti solari sul territorio, su 25-30 ettari distribuiti in tre siti e da costruire in meno di due-tre anni.
  • Amiens si espande e colora di verde la sua rete di calore: il comune di Amiens ha iniziato il lavoro di diffusione della sua rete di calore. L’obiettivo: 50% di energia rinnovabile.
  • Il dipartimento Alte Alpi impiega una rete di stazioni di ricarica per veicoli elettrici: le reti delle stazioni di ricarica per i veicoli elettrici sono distese nelle grandi città, ma sono interessati anche i dipartimenti rurali. Il sindacato delle Alte Alpi ha installato 80 stazioni di ricarica. Questa rete dipartimentale è ancorata in una rete di ampia scala chiamata “e-born” che dispone di 700 stazioni di ricarica.
  • L’Occitania è in attesa del suo parco eolico fluttuante: la Commissione europea ha approvato gli aiuti finanziari pubblici per quattro parchi. La regione, che vuole triplicare la sua produzione di energia rinnovabile per diventare un territorio con energia positiva nel 2050, fa ampio affidamento sull’eolico galleggiante.

Come beneficiare di queste opportunità?

Lo Swiss Business Hub France è responsabile per l’implementazione di strategie d’export svizzere. Essendo generalmente l’industria cleantech guidata dall’iniziativa pubblica, lo Swiss Business Hub France può organizzare una sessione informativa su come partecipare a un bando pubblico. L’obiettivo è organizzare una missione economica per le aziende svizzere che vogliono posizionarsi nel mercato cleantech in Francia con tappa all’evento Smart Cities Mulhouse 2019 che si svolgerà il 19 e il 20 novembre sul tema delle smart city, focalizzandosi su mobilità, IA, energia e industria 4.0 nell’idea del cleantech.

Contattate Monica Zurfluh 

Interessanti fiere del settore:

Smart Cities Mulhouse 2019 c/o BE 4.0: Questo evento è il punto d’incontro tri-nazionale essenziale (Germania, Francia e Svizzera) per la trasformazione di successo dell’industria del futuro. I temi di quest’anno sono la mobilità, IA e l’energia.
19-20 novembre, Parc Expo, Mulhouse.

World efficiency solutions 2019: Expo & congress for Climate & Ressources. World Efficiency show è un’esposizione di soluzioni che permettono i professionisti di preservare le risorse (soluzioni di risparmio, ottimizzazione e diversificazione) e di ridurre le emissioni di gas serra (soluzioni a basse emissioni di carbonio).
Dicembre 2019, Parigi Expo Porte de Versailles.

EnerGaïa 2019: International Renewable Energies Exhibition – con conferenza
11-12 dicembre, Montpellier – Parc des Expositions.

EUBCE 2020: European Biomass Conference & Exhibition. EU BC&E combina una delle conferenze sulla biomassa e tecnologia con una fiera dell’industria e della tecnologia della biomassa, che attira l’intera comunità professionale del settore a livello internazionale.
27-30 aprile 2020, Marsilia – Parc Chanot.

POLLUTEC 2020: esporre oggi per soluzioni di domani, per le sfide dell’ambiente e dell’economia.  1-4 dicembre 2020, Lyon - Eurexpo.

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale