Global Opportunities

Fintech in Giappone: un mercato in forte espansione per gli esportatori

Il settore Fintech giapponese si sta posizionando come uno dei mercati dʼesportazione più interessanti nel mondo. Mentre il Giappone ha avuto unʼevoluzione più lenta nellʼindustria, tutti i principali attori locali riconoscono il loro potenziale per sviluppare lʼinnovazione e la crescita a tutti i livelli dellʼeconomia e della società.

Crescita del settore Fintech in Giappone: apriporta per le PMI svizzere
Crescita del settore Fintech in Giappone: apriporta per le PMI svizzere

Lʼobiettivo è quello di affrontare il forte bisogno di nuove soluzioni tecnologiche in aree chiave nei sistemi bancari e assicurativi obsoleti e non competitivi. Le Olimpiadi 2020 di Tokyo costituiscono un incentivo significativo per maggiore slancio.

Negli scorsi anni sono stati implementati numerosi passi normativi per facilitare lʼaccesso a finanziamenti da parte di startup, permettendo al Giappone di recuperare terreno perso e di diventare leader degli investimenti globali Fintech. In Giappone, le imprese Fintech hanno raggiunto picchi pari al CHF 154 milioni nel 2016, partendo da un valore quasi nullo nel 2012 di CHF 0.65 milioni. Entro il 2021 sono attese entrate di CHF 743 milioni.

Soluzioni Fintech svizzere: connessione perfetta per le esigenze del mercato

Uno degli aspetti più importanti per le imprese svizzere è la collaborazione con imprese estere innovative, la quale viene ufficialmente incoraggiata, inoltre, startup provenienti da tutto il mondo stanno prendendo di mira questo mercato. Hanno avviato collaborazioni con aziende tecnologiche attive direttamente in questo settore o tramite le loro filiali (ad esempio SoftBank Inc., Rakuten Inc., NEC, ecc.), oppure forniscono servizi diretti e prodotti ad ampi gruppi finanziari (es. MUFG, Mizuho Financial Group, ecc.), nonché altri tipi di istituzioni in cerca di nuove tecnologie, se quelle utilizzate sono inefficienti, costose e obsolete.

Gli esportatori svizzeri possono fare affidamento su unʼeccellente immagine, grazie alla reputazione internazionale e ben conosciuta del sistema finanziario, assicurativo e bancario, segnatamente in termini di sicurezza dei dati. App di investimento e di gestione degli investimenti,  di finanziamento del personale e servizi di contabilità online, sicurezza cripto e IT, intuizioni basate sui dati, assicurazione, soluzioni di pagamento, finanziamenti collettivi: queste aree di forza degli esportatori svizzeri Fintech sono un connubio perfetto per i principali settori richiesti dal mercato giapponese.

In alcuni settori la situazione è critica. Il settore finanziario completo deve compensare lʼimpatto di unʼinfrastruttura ICT arretrata che crea costi extra e frena lʼefficienza. Le istituzioni bancarie hanno investito ampiamente alla fine degli anni ʼ90, appena prima del boom di internet e da allora non hanno compiuto nessun aggiornamento significativo. Una scarsa alfabetizzazione IT tra le classi manageriali superiori e la mancanza di manodopera qualificata contribuisce a questa situazione.

La necessità di convincere ed educare i consumatori

Una delle principali sfide da affrontate sia da parte delle imprese nazionali, sia da quelle estere è la spinta verso nuove tecnologie non dettata dai clienti, bensì da attori del governo e più grandi attori finanziari. Sia per una gestione delle famiglie, per investimenti e il portafoglio del personale, transazioni e altri aspetti del mercato finanziario, il Giappone è sinonimo di avversione al rischio, utilizzatore di liquidità e di una cultura con ampia fiducia nelle banche. Vi è un piccolo incentivo chiaro per privati e imprese al fine di adattare cambiamenti autonomamente.

Da un lato, i clienti giapponesi esprimono ampiamente un alto livello di soddisfazione nei confronti dei loro istituti bancari. Dallʼaltro sono preoccupati per le informazioni e la sicurezza dei dati, nonché per la carenza di alfabetizzazione finanziaria e IT per capire quali sono le mancanze e come possano beneficiare di soluzioni Fintech (sicurezza, efficienza, riduzione dei costi, facilità di utilizzo, ecc.). Un tale “attenuatore culturale″ insieme a un bisogno reale di educazione degli individui e delle aziende è probabilmente la principale sfida per un adattamento rapido, verticale e orizzontale di soluzioni Fintech.

Gli esportatori devono considerare il fatto che lavorare con un partner locale è fondamentale per far leva su conoscenze e comprensioni locali, ma anche per essere in grado di spianare la strada. Non vanno sottovalutati aspetti quali la lingua e le differenze culturali nel business. Si devono tenere in considerazione partenariati con attori, non soltanto in circoli aziendali, ma anche presso autorità metropolitane, regionale e di prefettura. Per gli esportatori svizzeri sarà importante identificare alcuni primi clienti desiderosi di sperimentare una nuova tecnologia e in seguito ideare una campagna di marketing che mostra questi casi di studio. Ciò dimostrerà lʼutilità e lʼadeguatezza del prodotto per il mercato locale e gli attori.

Per maggiori informazioni date uno sguardo alle opportunità giapponesi nel mercato Fintech elaborate dallo Swiss Business Hub Japan per le imprese svizzere.

Volete conoscere maggiori informazioni?

Lo Swiss Business Hub Japan e i suoi esperti Fintech saranno lieti di assistervi e fornirvi supporto. Iscrivetevi a un appuntamento di consulenza individuale con un rappresentante dello SBH Japan in occasione delle prossime giornate di consulenza Paese o contattate Monica Zurfluh, Head of S-GE Southern Switzerland o il nostro consulente per il Giappone per fissare un appuntamento di consulenza Paese senza vincoli. Contattatela subito

 

 

Link

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale