Novità

Nuovo opuscolo: tre misure destinate alle PMI per evitare la corruzione

La corruzione è una delle sfide più complesse da affrontare per molte PMI svizzere attive allʼestero. Ma che cosʼè in realtà la corruzione? E cosa possono fare nel concreto le PMI per evitarla? Il nuovo opuscolo della Segreteria di Stato dellʼeconomina SECO fornisce chiarimenti in merito.

Le PMI sono esposte a un maggior rischio di corruzione.
Le PMI sono esposte a un maggior rischio di corruzione.

Fare un regalo per accelerare un procedimento, pagare un importo di denaro per influenzare la vincita di un bando di gara pubblico, compiere un viaggio a lungo raggio definito come “dʼaffari”, emettere una falsa fattura, tutte queste pratiche hanno un comune denominatore: le persone implicate in esse promuovono la corruzione.

La corruzione è un abuso di potere o di fiducia per creare ingiustamente un vantaggio. Agisce in maniera disonesta anche chi fornisce, oppure offre illegalmente vantaggi. La corruzione esiste in tutto il mondo anche se in misura diversa. Le imprese svizzere che operano a livello internazionale sono perciò esposte al rischio di corruzione.

Colpite soprattutto le PMI

Secondo uno studio della HTW di Coira sono soprattutto le PMI ad essere colpite dal fenomeno della corruzione. Rispetto alle grandi imprese sono tendenzialmente sottoposte a una pressione maggiore. Non è raro che per le PMI la corruzione possa influenzare lʼaggiudicarsi di un particolare bando di gara, lʼaccesso a un mercato, oppure la vendita di un prodotto secondo i tempi. Le PMI possono trovarsi proprio in queste circostanze, considerate dal punto di vista giuridico pratiche di corruzione.

Per non alimentare pratiche di corruzione, la Segreteria di Stato dellʼeconomia SECO in collaborazione con diversi enti e organizzazioni ha realizzato un opuscolo per far fronte alla problematica della corruzione nel commercio internazionale. Tale opuscolo mostra quali misure concrete possono intraprendere le imprese al fine di prevenire la corruzione. In primo piano vi sono 3 misure:

1a misura: informarsi

Ogni strategia volta a evitare la corruzione dovrebbe iniziare con il procurarsi le giuste informazioni. Le aziende devono informarsi su che cosʼè, dove e in che forma si presenta la corruzione, quali sono i rischi e le misure che si possono mettere in atto per prevenirla. A tale proposito lʼopuscolo aggiornato della SECO fornisce una buona base.

Inoltre, le PMI dovrebbero farsi unʼidea sui rapporti locali nel mercato target e sulle regole vigenti per le attività commerciali. Switzerland Global Enterprise offre supporto alle PMI in questo processo con informazioni di mercato mirate e consulenze allʼesportazione.

2a misura: introdurre i giusti provvedimenti di sicurezza

Per evitare la corruzione si deve iniziare dal livello più alto della dirigenza di unʼazienda. La dirigenza deve impegnarsi contro ogni comportamento volto a promuovere la corruzione e sostenere con credibilità questa causa. Solo se viene soddisfatta tale premessa fondamentale, è possibile intraprendere provvedimenti di sicurezza efficaci a livello operativo.

La misura e la forma di questi provvedimenti dipendono dalle dimensioni dellʼimpresa, dalla sua struttura e dai Paesi e dai settori in cui è attiva. A livello organizzativo si può, ad esempio, provvedere a processi commerciali trasparenti, in cui le operazioni sono in forma scritta e archiviate. Anche misure dʼesercizio, quali lʼintroduzione di clausole di integrità nei contratti di lavoro, possono ridurre il rischio di corruzione.

A livello del personale si consiglia di sensibilizzare e formare i collaboratori più esposti alla problematica della corruzione. Si consiglia inoltre di creare una centrale dove i collaboratori possono annunciarsi in casi di corruzione, senza temere di subire degli svantaggi.

3a misura: creare un codice di comportamento contro la corruzione

Un codice di comportamento contro la corruzione presenta diversi vantaggi: in questo senso, unʼimpresa si impegna a comportarsi con integrità, dedicandosi chiaramente alla lotta alla corruzione. Ciò permette di creare vantaggi per i partner commerciali, clienti e per lʼopinione pubblica. Il codice di comportamento sensibilizza anche i collaboratori alla problematica e offre al contempo unʼintroduzione su come riconoscere la corruzione per tempo e per combatterla.

Volete conoscere maggiori informazioni sul tema della corruzione nel commercio internazionale?

Nellʼopuscolo aggiornato della SECO (disponibile in versione PDF) scoprite nello specifico con quali strumenti è possibile evitare la corruzione e come prevenirla. Inoltre potete familiarizzare con le disposizioni applicabili del diritto penale svizzero e tramite esempi valutare la vostra comprensione della problematica.

 

 

Documenti

Link

Di più
Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale