Novità

Nuovi mercati di esportazione: quale potenziale offrono i mercati di frontiera?

I mercati di frontiera possono costituire unʼinteressante opzione di investimento per gli investitori, è quanto emerge da uno studio del Credit Suisse Research Institute. Ma qual è il potenziale per gli esportatori svizzeri? I consulenti di S-GE forniscono informazioni a riguardo.

La dinamica economica nei mercati di frontiera, come in Vietnam, è elevata
La dinamica economica nei mercati di frontiera, come in Vietnam, è elevata

Che cosa accomuna Paesi quali Argentina, Bangladesh, Egitto, Iran, Kenya, Marocco, Nigeria, Pakistan, Romania e Vietnam? Lo studio “The Next Frontier” pubblicato dal Credit Suisse Research Institute (CSRI) fornisce una risposta a questa domanda: i suoi autori definiscono i 10 Paesi qui menzionati, nonché altri venti, come i cosiddetti “Frontier Markets”, in italiano: mercati di frontiera.

Si tratta, in questo senso, di Paesi con un reddito pro capite medio-basso, caratterizzato tra le altre cose da unʼelevata dinamica economica e un alto tasso di crescita della popolazione, a differenza dei classici Paesi emergenti presentano però un mercato finanziario sottosviluppato.

Queste condizioni quadro rendono interessanti i mercati di frontiera, in particolare, agli occhi di investitori alla ricerca di alti rendimenti. Tuttavia, anche per imprese esportatrici svizzere può essere opportuno raffrontarsi intensamente con i mercati di frontiera. Lo studio del CSRI mostra che la quota delle esportazioni dei mercati di frontiera, in relazione al PIL, è complessivamente più elevata rispetto ai classici Paesi emergenti.

In altre parole: i mercati di frontiera già oggi sono più aperti nel commercio internazionale rispetto ai classici Paesi emergenti.

Interessante e al contempo esigente

Gli esportatori svizzeri dovrebbero tenere maggiormente in considerazione i mercati di frontiera con una prestazione economica complessiva di 3,7 miliardi di dollari, in qualità di nuovi potenziali mercati?

Angela Di Rosa, consulente per Sud-est asiatico presso Switzerland Global Enterprise (S-GE) considera in maniera differente il potenziale dei mercati di frontiera in questa regione: “Numerosi Paesi del Sud-est asiatico, come il Vietnam, sorprendono con un elevato tasso di crescita. Da questo boom, possono beneficiarne gli esportatori svizzeri di diversi settori. Devono però essere in grado di superare barriere legate allʼaccesso al mercato, quali burocrazia, lingua e anche fattori culturali, diffuse nella maggior parte dei Paesi del Sud-est asiatico. Ciò richiede molto tempo e un grande impiego di risorse.”

Suhail el Obeid, consulente senior per i Paesi africani e per il Medio Oriente presso S-GE, giunge a una conclusione simile: “Nei mercati di frontiera, quali Nigeria, Kenya o Iran, si è effettivamente registrata negli ultimi anni unʼelevata dinamica economica e commerciale, di cui gli esportatori svizzeri possono beneficiare ulteriormente. Tuttavia va anche detto che il potenziale commerciale in determinati mercati di frontiera risulta meno sviluppato rispetto ad altri. Perciò è opportuno sondare a fondo il rispettivo potenziale prima di accedere ad un mercato.

Alberto Silini, responsabile Consulenze, presso S-GE condivide queste valutazioni: “La nostra esperienza mostra che i mercati di frontiera, per lo sviluppo di un business anche con condizioni economiche quadro favorevoli non costituiscono i mercati più semplici. In definitiva, il successo di un progetto di export dipende da vari fattori. Ad esempio, proprio nei mercati di frontiera è indispensabile chiarire a fondo le condizioni quadro, puntare sui giusti partner locali e familiarizzare per tempo con la cultura di business locale.”

Conclusione: chiarimenti puntuali sono essenziali

Le valutazioni degli esperti di S-GE in materia di export: i mercati di frontiera possono offrire interessanti nuove prospettive di vendita e non vanno assolutamente ignorati. Le imprese svizzere interessate sono ben informate sul fatto che debbano prepararsi seriamente e per tempo in caso di accesso a un determinato mercato.

Gli esportatori svizzeri possono, inoltre, puntare in qualsiasi momento sul sostengo competente di S-GE. Nellʼambito delle nostre consulenze allʼesportazione forniamo supporto, in particolare alle PMI nella trasmissione e acceso di nuovo potenziale commerciale, mettiamo a disposizione informazioni sulle disposizioni legali locali e su fattori culturali, nonché intermediamo contatti di partner commerciali locali fidati.

Annuciatevi ora per una consulenza Paese gratuita

Lo studio completo  “The Next Frontier” del Credit Suisse Research Institute è disponibile nel PDF sottostante.

Documenti

Link

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale