Novità

Riforma degli appalti pubblici 2018 in Austria: rafforzato il principio del miglior offerente

Da ottobre vige l’obbligo di procedure di appalto elettroniche. L’obiettivo centrale della riforma del 2018 del diritto degli appalti pubblici è di semplificare il quadro giuridico per l’aggiudicazione degli appalti pubblici, sulla base dei requisiti dell’Unione europea.

Donna firma un contratto

Le principali innovazioni riguardano l’introduzione di nuovi tipi di procedure di appalto, la possibilità di appalti congiunti da parte delle autorità austriache e di altri paesi dell’UE e il rafforzamento del principio della migliore offerta. Di conseguenza, in futuro gli ordini saranno assegnati sempre di più sulla base della qualità piuttosto che del solo prezzo. A tal fine viene introdotto un nuovo modello di assicurazione della qualità che consentirà alle amministrazioni aggiudicatrici di tener conto dei criteri di qualità nella descrizione delle prestazioni, dei criteri di idoneità o delle condizioni di attuazione. L’obiettivo è quello di prevenire il dumping salariale e sociale causato dall’elevata pressione sui prezzi. In ogni caso, come in passato, il bando di gara d’appalto deve indicare chiaramente quali servizi sono richiesti e come avviene la ponderazione dei singoli criteri di aggiudicazione.

Aggiudicazione diretta: soglia a 50'000 euro

La soglia per l’aggiudicazione diretta senza pubblicazione preventiva è ancora fissata a 50’000 euro. Resta tuttavia possibile aumentare o ridurre l’importo per mezzo di un regolamento. Tale responsabilità non incombe però più al Cancelliere federale, ma al Ministro di giustizia. Secondo l’attuale regolamento, il limite massimo per l’aggiudicazione diretta è di 100’000 euro.

Da ottobre è entrato in vigore l’obbligo per le amministrazioni aggiudicatrici di utilizzare procedure di aggiudicazione elettroniche per gli appalti sopra soglia. Nell’interesse della trasparenza, i risultati di tutte le procedure di appalto pertinenti devono essere pubblicati anche su una piattaforma separata.

Per qualsiasi domanda inerente la riforma del diritto degli appalti pubblici o l’esportazione in Austria, non esitate a contattare Monica Zurfluh, responsabile S-GE per la Svizzera italiana.

Ai seguenti link troverete il testo di legge e una descrizione dettagliata delle novità:

Link

Di più
Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale