Novità

Cosa significa la Brexit per gli esportatori svizzeri

Quali condizioni quadro si applicheranno agli scambi commerciali tra Svizzera e Gran Bretagna dopo che quest’ultima avrà lasciato l’UE?

Nuvole sullo skyline di Londra
Un futuro incerto per le relazioni commerciali con la Gran Bretagna

Attualmente le relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito (United Kingdom, UK) si basano principalmente sugli accordi bilaterali con l’Unione europea (UE), che non saranno più applicabili al Regno Unito dopo la sua uscita dall’UE il 29 marzo 2019, con conseguente rischio di lacune normative in settori quali il commercio, la migrazione o i trasporti.

Per evitare tali lacune, in seguito al referendum britannico del 2016, il Consiglio federale ha adottato la strategia “Mind the Gap” e istituito un gruppo direttivo volto a coordinare i lavori dei singoli dipartimenti. In vista dell’uscita del Regno Unito dall’UE, la Svizzera intende garantire per quanto possibile la continuità dei diritti e doveri reciproci esistenti anche oltre tale data ed eventualmente ampliarli.

Situazione attuale

A metà novembre 2018, l’UE e il Regno Unito hanno concordato un progetto di trattato d’uscita e un breve accordo sulle relazioni future. L’accordo definisce un periodo di transizione di 21 mesi fino all’entrata in vigore della Brexit.

Il governo britannico ha approvato il progetto il 14 novembre 2018. Alla fine del mese, l’UE ha deciso in merito in un vertice del Consiglio dell’UE. Spetta poi al Parlamento britannico ratificare il progetto.

Aggiornamenti in merito saranno pubblicati su questa pagina.

Uno sguardo alle conseguenze dell’uscita

Nonostante l’avvicinarsi della data dell’uscita, non è ancora possibile prevedere come evolveranno le relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito. In alcuni settori, questo dipende in larga misura dall’esito dei negoziati tra il Regno Unito e l’UE per un accordo sull’uscita; sebbene sia stato elaborato un progetto di trattato, esso non è stato ancora confermato da tutti gli organi preposti. Alcune parti degli accordi sulle relazioni commerciali tra la Svizzera e l’UE, ad esempio si basano sull’armonizzazione o sul riconoscimento reciproco delle norme. Non si sa ancora in che misura i diritti e gli obblighi che ne derivano tra la Svizzera e il Regno Unito potranno essere mantenuti. La Svizzera intrattiene colloqui regolari e approfonditi con entrambe le parti.

Scenario “Accordo UE-Regno Unito” ed entrata in vigore delle disposizioni transitorie

In primavera, il Regno Unito e l’UE hanno concordato in linea di principio un periodo transitorio che dovrebbe prendere il via alla data dell’uscita e terminare alla fine del 2020. Tale periodo di 21 mesi è incluso anche nel progetto di uscita dall’UE. Durante questo periodo, il Regno Unito pur non essendo più membro dell’UE, continuerebbe a partecipare all’unione doganale e al mercato unico dell’UE e ad avere la maggior parte dei diritti e degli obblighi di uno Stato membro. Gli accordi bilaterali tra la Svizzera e l’UE continuerebbero ad applicarsi al Regno Unito fino al termine della fase transitoria, ossia sino alla fine del 2020. Con ogni probabilità, le attività commerciali delle imprese svizzere nel e con il Regno Unito potrebbero quindi continuare come lo sono oggi.  

Scenario “Nessun accordo UE-Regno Unito”– “uscita non ordinata”

C’è ancora la possibilità che i negoziati tra il Regno Unito e l’Unione europea sulla ratifica del trattato di uscita falliscano o che un eventuale accordo venga respinto dal Regno Unito o dal Parlamento europeo.

La Svizzera sta preparando soluzioni di ripiego nel caso in cui non fosse possibile realizzare la fase transitoria e quindi mantenere lo status quo; questo per evitare, per quanto possibile, violazioni e incertezza giuridica nelle relazioni bilaterali. Occorre tuttavia determinare in quale misura ciò sia fattibile. La Svizzera sta adottando tutte le misure possibili per ridurre al minimo l’incertezza giuridica e per evitare, per quanto possibile, la creazione di barriere commerciali per gli operatori economici quando il Regno Unito uscirà dall’UE.

Volete valutare rischi e opportunità individuali nel mercato britannico? Non esitate a contattare Monica Zurfluh, responsabile S-GE per la Svizzera italiana.

Link

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale