Novità

Mercati maturi: un forte appetito per le tecnologie dirompenti

Come dovrebbero muoversi le imprese svizzere per crescere e prosperare nei mercati maturi? Secondo André Kudelski, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Kudelski, è necessario essere veloci per rimanere in testa alla concorrenza, portare tecnologie innovative e un reale valore aggiunto. Intervista.

André Kudelski è Presidente del Consiglio di amministrazione e CEO del Gruppo Kudelski
André Kudelski è Presidente del Consiglio di amministrazione e CEO del Gruppo Kudelski

André Kudelski, come agite per mantenere la vostra crescita nei mercati maturi?

Innanzitutto, penso sia importante dire che i mercati avanzati offrono tante opportunità di crescita quanto i mercati emergenti. È il modo di avvicinarsi a loro che è molto diverso. Nei mercati emergenti, offriremo tecnologie ottimizzate in termini di costi, elementi già “consolidati” e cercheremo di trarre vantaggio dalla crescita strutturale. Nei Paesi avanzati, il concetto è molto diverso, nel senso che dobbiamo offrire tecnologie o idee dirompenti che permettono di adempiere a nuove missioni, di fare cose nuove, che la gente non aveva mai fatto in precedenza. Le regole che si applicano sono quindi molto diverse. La nostra azienda intende posizionarsi in economie avanzate con nuove esigenze e offrire nuovi prodotti.

Quali sfide dovete affrontare in questi mercati avanzati?

La sfida principale è soprattutto di essere veloci: poiché si tratta di nuove tecnologie, di cose nuove, bisogna essere in grado di arrivare rapidamente sul mercato. E c’è un’altra sfida: raggiungere la massa critica. Per raggiungere questo obiettivo, è importante poter accedere a un mercato relativamente grande e con poche barriere interne. E in questo contesto, gli Stati Uniti sono un mercato estremamente interessante poiché, con la Cina, è probabilmente l’unico grande mercato unico esistente al mondo.

 

Perché i mercati maturi, come gli Stati Uniti, sono importanti per la vostra azienda?

Innanzitutto, gli Stati Uniti hanno un approccio alle nuove tecnologie e alle innovazioni molto diverso rispetto all’Europa, dove si rispetta il principio di precauzione, cioè prima si regola e poi si innova. Negli Stati Uniti, noi prima innoviamo e poi, se ci sono abusi, regoliamo. E questo consente di sperimentare nuovi concetti molto più velocemente che in qualsiasi altra parte del mondo.

Quali sono le differenze tra i mercati maturi e quelli emergenti?

Una delle principali differenze è che i mercati avanzati, o maturi, sono molto più ricettivi ai nuovi prodotti, pur accettando di “fissare il prezzo”. I mercati emergenti a volte vogliono cose nuove, ma la questione del prezzo è un fattore assolutamente decisivo. In Paesi come l’India, la Cina o il Sud-Est asiatico, è necessario prestare una straordinaria attenzione alla struttura dei costi prima di lanciarsi sul mercato. Questo è ancora più difficile per le aziende svizzere, salvo in alcuni settori, come il lusso o alcuni settori di nicchia.

Quali consigli darebbe alle PMI svizzere che desiderano avviare o intensificare le loro attività nei mercati maturi?

Prima di tutto, bisogna recarsi sul posto. Direi che non dobbiamo limitarci a leggere riviste o libri, dobbiamo essere consapevoli di ciò che sta succedendo. Il secondo elemento è capire se, come azienda, si ha un valore aggiunto in modo intrinseco, oppure se questo valore è legato a particolari normative. Ad esempio, in Europa o in Svizzera vi sono opportunità, legate a normative, che richiedono una particolare soluzione per risolvere un problema. Mercati come gli Stati Uniti o l’Australia possono avere regole diverse, per cui è estremamente importante capire il valore aggiunto che può essere fornito come PMI. Bisogna avere il coraggio di andare lì e vedere se i propri prodotti risultano “appetibili”.

Informazioni su André Kudelski

André Kudelski è il Presidente del Consiglio di amministrazione e CEO del Gruppo Kudelski, leader mondiale nella sicurezza digitale, quotato alla borsa svizzera. Inoltre, è presidente del Consiglio di amministrazione di Innosuisse, l’Agenzia federale per la promozione dell’innovazione, e vicepresidente del Consiglio di amministrazione della Camera di commercio svizzero-americana. È membro dello Strategic Advisory Board dell’EPFL ed è stato in precedenza Senior Vice President del Consiglio di amministrazione dell’Aeroporto Internazionale di Ginevra, nonché direttore di Nestlé, HSBC Private Banking Holdings (Svizzera), Edipresse e Dassault Systèmes.

Il gruppo Kudelski

Il Gruppo Kudelski è leader mondiale nella sicurezza digitale. Le sue tecnologie sono utilizzate in un’ampia gamma di servizi e applicazioni che richiedono il controllo degli accessi e la gestione dei diritti e contribuiscono a garantire i ricavi dei proprietari di contenuti e servizi nel campo della televisione digitale. Il Gruppo offre inoltre soluzioni e servizi di cyber security per aiutare le aziende a valutare rischi e vulnerabilità e proteggere i propri dati e sistemi. Il Gruppo è inoltre leader tecnologico nel campo del controllo degli accessi di persone e veicoli a siti ed eventi. La sede centrale del Gruppo si trova a Cheseaux-sur-Lausanne, Svizzera, e Phoenix (AZ), USA.

 

Aussenwirtschaftsforum, 26 March 2019

Switzerland Global Enterprise’s Aussenwirtschaftsforum is the meeting point of the year for Swiss exporters. Representatives of SMEs will find inspiration and practical advice for growth in mature markets: for example, at the keynote speech by Adrian Steiner, CEO of Thermoplan, or in one of the Executive Talks. There is enough time between the presentations and discussions to engage with the 600-plus participants and numerous SMEs who are facing similar challenges or have already successfully mastered them.

Register now!
Di più
Condividete
How should we contact you?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale