Novità

Cina e Svizzera: nuove disposizioni doganali per i prodotti medicali

Nella lotta globale contro il coronavirus, la Cina ha adottato nuove misure volte a garantire la qualità delle esportazioni di forniture mediche. Anche in Svizzera si stanno adeguando le disposizioni doganali: il Consiglio federale ha deciso di sospendere temporaneamente i dazi doganali sulle importazioni di importanti prodotti medicali.

prodotti medicali

La Cina vuole garantire la qualità delle esportazioni di forniture mediche

Conformemente a un comunicato pubblicato sul sito web del Ministero del commercio cinese (MOFCOM), a partire dal 1° aprile 2020, gli esportatori di prodotti medicali, inclusi i kit per i test COVID 19, le mascherine sanitarie, le tute mediche protettive, i ventilatori e i termometri a infrarossi dovranno essere provviste di documentazione supplementare nelle pratiche di sdoganamento. Tale documentazione, in formato cartaceo o digitale deve contenere una dichiarazione secondo la quale i prodotti sono stati registrati ufficialmente in Cina e soddisfano i controlli di qualità standard delle rispettive destinazioni di export, secondo una notifica del Ministero cinese del commercio (MOFCOM). La dogana cinese autorizzerà le esportazioni sulla base di certificati di registrazione approvati dalle amministrazioni dei prodotti medicali, secondo la notifica (n. 5 del 2020) pubblicata da General Administration of Customs (GACC) e National Medical Products Administration (NMPA).

Lo “stato attuale della registrazione” dei fornitori cinesi è aggiornato sul sito web ufficiale della NNMPA (solo in cinese).

Il 25 aprile 2020 il Ministro del commercio (MOFCOM), la General Administration of Customs (GACC) e la State Administration for Market Regulation (SAMR) hanno pubblicato congiuntamente una notifica (n. 12 del 2020) in merito a un ulteriore inasprimento del controllo della qualità delle esportazioni di prodotti di prevenzione epidemica del COVID-19:

1) A partire dal 26 aprile, la Cina ha potenziato i controlli sulle esportazioni di mascherine per uso non medico, che devono soddisfare gli standard di qualità o della Cina o delle rispettive destinazioni di esportazione.

MOFCOM confermerà la lista di aziende di mascherine per uso non medico con certificazione/autorizzazione di altri Paesi pubblicata dalla Camera di commercio cinese per l’importazione e l’esportazione di prodotti medici e per la salute (aggiornamento continuo su CCCMHPIE) e l’amministrazione dello Stato della vigilanza dei mercati (aggiornamento continuo SAMR). Gli esportatori di mascherine non di uso non medico devono trasmettere un formulario in formato cartaceo o digitale, una dichiarazione congiunta dell’esportatore e dell’importatore nelle operazioni doganali al fine di garantire che le mascherine rispettino gli standard e l’importatore accetta gli standard di qualità dei prodotti acquistati e dichiara di non utilizzarli a scopo medico (modello allegato 1). La dogana cinese accetta la dichiarazione e rilascia i prodotti sulla base della lista fornita da MOFCOM. In merito alle aziende non elencate da SAMR, la dogana cinese accetta la loro dichiarazione e rilascia i prodotti di conseguenza. 

Per contratti d’appalto firmati prima del 26 aprile, deve essere emessa una dichiarazione congiunta dell’esportatore e dell’importatore per effettuare lo sdoganamento (modello allegato 1).

2) Inoltre, la Cina normalizza la procedura di esportazione di forniture mediche.

Dal 26 aprile, gli esportatori di prodotti medici inclusi i kit per i test COVID-19, le mascherine per uso medico, le tuniche mediche protettive, i ventilatori e i termometri a infrarossi con certificazione/autorizzazione provenienti da altri Paesi deve inoltrare una dichiarazione in formato cartaceo o digitale, che affermi che i prodotti soddisfano gli standard del controllo qualità e i requisiti di sicurezza delle rispettive destinazioni di esportazione quando viene effettuato lo sdoganamento (modello allegato 2). La dogana cinese durante le procedure di sdoganamento libererà i prodotti sulla base della lista di strumenti medici e di aziende fornitrici con certificazione/autorizzazione da altri Paesi fornita da MOFCOM (in costante aggiornamento su CCCMHPIE).


Le misure di controllo per l’esportazione di prodotti per la prevenzione dell’epidemia COVID-19 sopra menzionate saranno potenzialmente adattate allo sviluppo della situazione epidemiologica.

Questa notifica congiunta (n. 12 del 2020) integra la precedente notifica (n. 5 del 2020). Queste misure stipulate nei due comunicati sono realizzate congiuntamente.

Svizzera: il Consiglio federale sospende i dazi doganali sui prodotti medicali

I dispositivi medici di protezione e altri materiali di consumo svolgono un ruolo centrale nella lotta contro il coronavirus. Poiché questi non vengono prodotti in Svizzera in quantità sufficiente, è necessario migliorarne l’approvvigionamento. L’8 aprile 2020 il Consiglio federale ha pertanto deciso di sospendere temporaneamente i dazi doganali sulle importazioni di importanti prodotti medicali. Ciò dovrebbe consentire l’importazione di materiale medicale nel modo più semplice ed economico possibile. Esentando le importazioni dai dazi doganali, il Consiglio federale intende agevolare l’approvvigionamento degli ospedali, del personale sanitario e dei pazienti con le attrezzature mediche di cui hanno urgente bisogno.

Questa misura rende più economiche le importazioni dei suddetti beni e riduce l’onere amministrativo: gli importatori non sono più tenuti ad attestare l’origine dei prodotti per le importazioni in esenzione da dazi doganali nell’ambito dell’accordo di libero scambio. Inoltre, gli importatori privati saranno messi su un piano di parità con le autorità federali e cantonali di protezione civile, che possono già importare materiale di protezione in esenzione doganale.

Avete domande?

Il team di ExportHelp di Switzerland Global Enterprise rappresenta il primo punto di contatto per le PMI svizzere e del Liechtenstein per tutte le domande amministrative legate all’export. Contattate i nostri specialisti.

Contatto

Link

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale