Novità

Dazi doganali: conflitto commerciale con gli USA

L’UE e gli Stati Uniti hanno annunciato la sospensione dei dazi statunitensi su acciaio e alluminio e di tutte le contromisure dell’UE. Verranno ora introdotti dei contingenti esenti da dazio. Le nuove disposizioni entreranno in vigore il 1° gennaio 2022.

Dogana

Il conflitto commerciale tra UE e Stati Uniti

Il motivo dell’imposizione dei dazi era la controversia sui sussidi governativi all’industria aeronautica. Entrambe le parti si accusano a vicenda di sovvenzioni illegali ai rispettivi produttori di aerei e di conseguenti svantaggi competitivi per i concorrenti. L’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) si è pronunciata a favore sia degli USA che dell’UE, aprendo così la strada a reciproche imposizioni.

In che misura l’esenzione da dazi interessa le società svizzere?

Le aziende metallurgiche svizzere che esportano tipi di acciaio molto speciali – ad esempio per l’industria automobilistica – negli Stati Uniti non possono beneficiare dell’esenzione dai dazi. La tariffa del 25% introdotta dall’amministrazione Trump nel 2018 per proteggere la propria industria dell’acciaio si applica ancora a questi prodotti. Ciò rende l’acciaio svizzero più costoso negli Stati Uniti.
Per questo motivo, la Svizzera si attiene alla sua denuncia contro gli Stati Uniti, che ha presentato nel 2018 insieme ad altri Paesi come Norvegia, Cina, Turchia e India presso l’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) a Ginevra.

Anche le imprese svizzere possono beneficiare di questi contingenti esenti da dazio. Sia quando esportano prodotti di acciaio o di alluminio da uno stabilimento nell’UE verso gli USA (crosstrade) o quando esportano merci con origine UE dalla Svizzera verso gli USA. Alfonso Orlando, Head of Export Help S-GE

Conflitto commerciale tra USA e Cina

Dal 2018, gli Stati Uniti e la Cina si sono imposti reciprocamente dazi. Gli USA accusano la Cina (come l’UE) di pratiche commerciali sleali. Nel gennaio 2020, gli Stati Uniti e la Cina hanno firmato un primo accordo parziale (Agreement on a Phase One trade deal) volto, tra l’altro, ad evitare l’imposizione di ulteriori dazi.

In che misura la Svizzera è interessata dal conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina?

Possono verificarsi tariffe più alte, controlli sulle esportazioni di prodotti high-tech, tentativi di localizzazione nelle catene commerciali e standard nei flussi di dati transfrontalieri. I settori più colpiti sono MEM, ICT, medtech, infrastruttura, intelligenza artificiale e robotica.

Link

Condividere
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale