Novità

Nel campo dell’innovazione la Svizzera si colloca ancora al di sopra della media UE

Anche nel Quadro europeo di valutazione dell'innovazione 2022 della Commissione Europea la Svizzera è il Paese più innovativo. Si sta però riducendo il vantaggio, in termini di prestazione, nei confronti dell’UE. I punti deboli vengono individuati nelle spese per il capitale di rischio, nelle esportazioni di conoscenze, nella digitalizzazione e nel calo delle innovazioni.

Anche nel Quadro europeo di valutazione dell'innovazione 2022 della Commissione Europea la Svizzera è il Paese più innovativo. Nell’immagine, un ricercatore presso il Politecnico federale di Zurigo (ETH).
Anche nel Quadro europeo di valutazione dell'innovazione 2022 della Commissione Europea la Svizzera è il Paese più innovativo. Nell’immagine, un ricercatore presso il Politecnico federale di Zurigo (ETH). Immagine: ETH Zurigo/Gian Marco Castelberg

Nel recente Quadro europeo di valutazione dell'innovazione  della Commissione Europea la Svizzera consegue il 142,4% della media UE, facendo quindi meglio dei Paesi UE e di tutti gli altri Paesi presi in considerazione nello studio, inclusi USA, Cina, Australia, Canada e Corea del Sud. Nel periodo dal 2015 al 2022 quasi tutti i Paesi UE hanno registrato un miglioramento. 

Nel 2022 la Svezia, al primo posto nell’UE, ha raggiunto il 135,7% della forza innovativa media nell’UE. Altri Paesi leader nel campo dell'innovazione sono Finlandia, Danimarca, Paesi Bassi e Belgio. La Germania è al secondo posto tra i forti innovatori con il 117,5%, la Francia ottiene il 105,4% e l'Italia è nella terza categoria come «innovatore moderato» con il 91,6%. 

Dal confronto quinquennale emerge che la distanza tra la Svizzera e gli altri Paesi altamente innovativi si sta riducendo. In questo periodo, i cinque Paesi top dell’UE hanno registrato un miglioramento nettamente maggiore rispetto a quello della Svizzera (che è stato di 4 punti percentuali): in Finlandia, ad esempio, il miglioramento è stato di 19,5 punti percentuali e in Belgio di 16,8. 

Secondo il rapporto sui Paesi, i punti di forza relativi per la Svizzera sono le co-pubblicazioni in ambito pubblico e privato, le co-pubblicazioni scientifiche internazionali, l'apprendimento continuo, il numero di laureati e quello dei laureandi stranieri. Come punti deboli relativi si indicano le tecnologie per l’ambiente, il basso numero di PMI innovative che collaborano con le altre, il calo delle innovazioni e la modesta esportazione di servizi ad alto grado di conoscenza. Quest’ultimo aspetto è però fortemente migliorato dall’anno precedente. Rispetto alla Svezia, leader a livello UE, balza agli occhi anche il punto debole della digitalizzazione e dell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione: in questo ambito la Svezia è superiore alla Svizzera in tutti gli ambiti. 

Il valore di gran lunga più basso (18,9% della media UE) della Svizzera è quello riferito al supporto statale a Ricerca e sviluppo (R&S) nelle aziende. Questo valore è però fortemente aumentato dal 2021. Inoltre, rispetto all’anno precedente la Svizzera registra forti crescite nelle esportazioni di prodotti di media e alta tecnologia. 

Manuale per investitori

Il nostro Manuale per investitori contiene preziose informazioni sulle nuove tecnologie, sui costi di produzione, su imposte e forme di finanziamento nonché sugli aspetti di carattere giuridico e sull’infrastruttura in Svizzera. Consultate il manuale online o scaricate i singoli capitoli.

Link

Condividere
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale