Novità

Industria 4.0: imprese leader sulle opportunità per le PMI

Le PMI svizzere sono sulla buona strada per beneficiare della quarta rivoluzione industriale. I fattori chiave sono la velocità e la propensione al rischio. Talvolta la troppa perfezione le ostacola.

I partner strategici di S-GE, ovvero Credit Suisse, Axa Winterthur, PwC Svizzera e Amber Road concordano che la digitalizzazione interessa sempre più PMI svizzere negli affari internazionali. Per molte PMI non è chiaro quale sia l’effetto delle nuove tecnologie nel loro settore. Assicurazioni, banche e servizi nessuno è esente dai cambiamenti radicali questo è il bilancio della tavola rotonda dei CEO svoltasi a metà gennaio 2016 dove a fare gli onori di casa era Daniel Küng, CEO di Switzerland Global Enterprise (S-GE).

Non è solo l’industria ad essere interessata

L’industria 4.0 mette in discussione molti aspetti, dalla strategia di business fino ai modelli di gestione. André Helfenstein, responsabile Corporate & Institutional Clients presso Credit Suisse: “il collegamento di processi, prodotti e clienti è rivoluzionario. Finora sono state automatizzate le singole parti della catena del valore aggiunto, ma solo raramente è stato creato un collegamento tra di loro.” I cambiamenti toccano in profondità non soltanto le grandi imprese e il settore di produzione, bensì da tempo anche i fornitori di servizi. Il settore bancario vede emergere una nuova concorrenza attraverso FinTech. Ad esempio nel commercio dove le transazioni con i bitcoin potranno in futuro funzionare indipendentemente dai servizi erogati da una banca.

“Industria 4.0 offre opportunità per operatori del mercato che finora non avevano nulla a che fare con l’industria. Ecco perché anche per me non si tratta di una rivoluzione industriale, bensì di una rivoluzione che interessa l’intera economia”, afferma Dieter Gosteli, responsabile Corporates presso AXA Winterthur. In generale, Julie Fitzgerald, leader Growth & Markets e membro della direzione di PwC Svizzera considera l’orientamento strategico imprenditoriale su Industria 4.0 una grande sfida per le PMI svizzere: “la predisposizione non ci manca, tuttavia adattarsi a nuove tecnologie implica costi elevati e può rapidamente costituire un ostacolo soprattutto per le PMI.” Su questo punto anche Thomas Kofler, Sales Director presso Amber Road, non è d’accordo: “in situazioni d’emergenza le imprese svizzere devono diventare più efficienti dal punto di vista dei costi, degli acquisti e delle vendite, della produzione, dello sdoganamento e dell’assicurazione della compliance. Ciò è possibile soltanto con l’ausilio di soluzioni IT innovative.”

Nuovi modelli di business, nuove cooperazioni

Si creano nuove reti del valore aggiunto e si verifica un’integrazione di partner commerciali e clienti oppure di nuovi modelli commerciali e di cooperazione transnazionali e transcontinentali. Qui entra in gioco Switzerland Global Enterprise (S-GE). Per il CEO Daniel Küng le PMI svizzere sono ben preparate: “le imprese svizzere possiedono un alto livello tecnologico. Non perderemo questo collegamento”.

Perché la velocità con la quale si imporrà la quarta rivoluzione industriale, rappresenta sia un fattore di successo, sia d’insicurezza. “I cambiamenti radicali sono molto impegnativi per le imprese”, afferma André Helfenstein di Credit Suisse. “Sono richiesti nuovi modelli di business e un diverso approccio con rischi d’innovazione”. Essi derivano dagli sviluppi distruttivi in cui le tecnologie, i prodotti e i servizi di innovazioni presenti vengono rimossi. Facendo un bilancio, Julie Fitzgerald di PwC Svizzera afferma che “anche se le imprese svizzere rispetto a quelle statunitensi sono meno propense al rischio, cresce tra di loro la voglia di osare qualcosa in più”. Thomas Kofler di Amber Road considera molto importante la cooperazione con i singoli attori “la crescente volatilità delle condizioni quadro politiche ed economiche obbliga ad uno stretto collegamento tra i subfornitori e gli acquirenti”.

Cambia il comportamento dei clienti

L’offerta di prestazioni di S-GE viene integrata da quella dei suoi partner strategici, i quali sostengono altresì le PMI esportatrici nelle sfide di Industria 4.0. Inoltre, anche loro stessi trovano un riposizionamento grazie ai servizi potenziati dalle tecnologie. “Attraverso la digitalizzazione cambia il comportamento dei clienti”, sottolinea Dieter Gosteli di Axa Winterthur. “Il cliente vuole alcuni processi digitali altri analogici. L’integrazione di questi due processi è il nostro motore per fornire i servizi in futuro.”

Digitalizzazione anche nell’export “Il nostro compito è quello di aiutare le PMI ad accedere ad un nuovo mercato il più velocemente possibile grazie agli strumenti digitali. Circa il 60% delle PMI ci riferisce che punta sempre di più sulla diversificazione nella strategia, per far fronte al franco forte”, afferma Daniel Küng.

Industria 4.0: posti di lavoro in pericolo?

Le conseguenze di Industria 4.0 nel mondo lavoro sono considerate diversamente dai rappresentanti delle imprese. I posti di lavoro saranno piuttosto delocalizzati anziché smantellati. “Alcuni settori fanno passi indietro, ma a favore di nuovi che emergono”, sostiene Helfenstein. La predisposizione al rischio sarà ripagata. Il sistema della formazione professionale in Svizzera si riconferma ancora una volta vincente. “Alla fine il prodotto deve essere pronto e per fare ciò sono richiesti esperti con altresì conoscenze teoriche per sviluppare ulteriormente processi. Dal semplice sapere di un analista dati non abbiamo ancora prodotto nulla”.

E proprio in questo aspetto, il padrone di casa Daniel Küng vede la USP (unique selling position) della Svizzera: “siamo il Paese con il più elevato tasso d’industrializzazione pro capite nel mondo e abbiamo la capacità di convertire informazione digitali in prodotti. Le PMI svizzere mostrano la disponibilità a lasciarsi coinvolgere dalla trasformazione digitale. Attraverso il franco forte sappiamo già che talvolta bisogna reinventarsi. E le PMI sono già in fase di cambiamento. In tal senso saranno altresì in grado di affrontare con successo le sfide nell’ambito della trasformazione digitale”.

Forum del commercio estero 2016 sul tema dell’Industria 4.0

Il 21 aprile, in occasione del nostro Forum del commercio estero a Zurigo avrete l’opportunità di discutere in maniera approfondita con i nostri partner su Industria 4.0 e sugli effetti nei confronti delle PMI. Iscrivetevi subito!

Trovate maggiori informazioni sul tema nel nostro dossier: Industria 4.0

Video: Opinioni del partner su Industria 4.0

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale