Novità

Le PMI beneficiano dell’accordo OMC sull’agevolazione degli scambi commerciali

Sono le piccole e medie imprese a beneficiare in prima linea dell’accordo sull’agevolazione degli scambi commerciali dell’organizzazione mondiale del commercio.
Nave container in un porto
Il nuovo accordo OMC è considerato una pietra miliare.

110 Stati membri hanno ratificato l’accordo sull’agevolazione degli scambi commerciali (TFA) dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC). In tal senso, entra in vigore il primo accordo commerciale multilaterale nella storia dell’OMC, iniziata 22 anni fa. L’accordo, considerato una pietra miliare, dovrebbe mettere in conto esportazioni globali di 1000 miliardi di dollari all’anno.

Il direttore generale dell’OMC, Roberto Azevedo, ha definito l’accordo TFA la “più importante riforma del commercio estero” da oltre 15 anni. Esso interessa l’agricoltura, gli aiuti allo sviluppo e le agevolazioni degli scambi commerciali attraverso l’eliminazione della burocrazia alla dogana. Così, i 164 Paesi membri dell’OMC si impegnano ora a ridurre i documenti per il commercio transfrontaliero, a rendere più trasparenti le disposizioni, nonché ad assicurare la necessaria infrastruttura e il numero di collaboratori per un rapido trasporto delle merci.

Benefici per le PMI svizzere

Sono in particolare le piccole e medie imprese (PMI) a beneficiare di tale situazione, riporta l’ambasciatore svizzero OMC Didier Chambovey all’agenzia di stampa. Inoltre, Chambovey considera il presente accordo come un’ispirazione per ulteriori attuali iniziative in corso di discussione all’OMC, riguardanti in particolare il settore dei servizi e degli investimenti.

Per ulteriori domande sugli accordi di libero scambio rivolgetevi ad Alfonso Orlando, responsabile di ExportHelp.

Link

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale