Novità

Pieni voti per il mercato del lavoro svizzero

L'Ufficio federale di statistica ha pubblicato gli indicatori del mercato del lavoro per il 2015. La Svizzera si classifica meglio della maggior parte degli altri paesi europei.

Gli Indicatori del mercato del lavoro per il 2015 sono molto incoraggianti. Attualmente la Svizzera registra uno dei tassi più alti di attività economica in Europa. Sia la partecipazione delle donne nel mercato del lavoro che la proporzione delle persone impiegate a tempo parziale presentano tassi considerevolmente più alti in Svizzera che nella maggior parte dei paesi europei. Il tasso di disoccupazione svizzero basato sulla definizione dell'ILO è di circa la metà (4.4% nel secondo trimestre del 2014) del tasso medio dell'Unione Europea UE-28 (10.1%); soltanto la Norvegia registra un tasso di disoccupazione inferiore (3.3%). Gli stipendi svizzeri convertiti in euro sono più alti che in altri paesi europei, e riflettono gli alti livelli di prosperità e produzione del paese.

Un altro lato positivo del rapporto è che nel primo trimestre del 2015 è aumentato sia il numero di posti di lavoro che quello delle persone impiegate rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. Gli indicatori a breve termine delle Statistiche sull'occupazione suggeriscono che il numero di persone impiegate salirà in generale nel prossimo trimestre o rimarrà quantomeno stabile.

Oltre a ciò, la Svizzera si è classificata nei primi posti sia nell'ultimo confronto internazionale sulla motivazione dei lavoratori dell'IMD (1°) sia nel confronto internazionale sulla produttività lavorativa a cura del Conference Board (4°). Questi fattori indubbiamente contribuiscono a un mercato del lavoro sano.

Per ulteriori informazioni vogliate consultare il capitolo 8 del Manuale per investitori (Mercato del lavoro e diritto del lavoro)

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale