Novità

Accordo di libero scambio AELS-CCG: imposizioni preferenziali ora possibili dagli EAU

Le imposizioni preferenziali sono ora possibili anche per invii in provenienza degli Emirati Arabi Uniti, ma non per invii dal Qatar e dal Kuwait.

Panorama su Dubai

L’accordo di libero scambio tra gli Stati dell’AELS e gli Stati del CCG è entrato in vigore il 1 luglio 2014, ma gli Stati del CCG rilasciano certificati d’origine solamente a partire dal 1 luglio 2015. In aggiunta, a causa di notificazioni incomplete rispettiva-mente l’assenza di notificazioni, le imposizioni preferenziali erano finora possibili solo per gli invii in provenienza dall’Arabia Saudita, dal Bahrein e dall’Oman.

1. Imposizione preferenziale per invii in provenienza dagli Emirati Arabi Uniti

Facendo seguito al 2° sotto-comitato per le questioni doganali e d’origine, gli Emirati Arabi Uniti hanno ora recapitato una notificazione completa, in modo tale che le imposizioni preferenziali sono possibili pure per gli invii provenienti da questo paese. Naturalmente, le disposizioni corrispondenti dell’accordo di libero scambio devono essere rispettate, in parti-colare una prova dell’origine formalmente valida deve essere disponibile (per il momento unicamente un certificato d’origine,vedere Istruzioni concernenti la determinazione della validità formale delle prove preferenziali).

2. Liquidazioni d’imposizioni provvisorie Svizzere

Le imposizioni provvisorie in sospeso, per gli invii in provenienza dagli Emirati Arabi Uniti nel quadro dell’accordo di libero scambio, possono essere liquidate ad un’aliquota preferenziale se un certificato d’origine formalmente valido rilasciato dagli Emirati Arabi Uniti è presentato presso l’ufficio doganale competente dell’AFD. I certificati d’origine rilasciati prima della notificazione, eventualmente prima dell’imposizione provvisoria, possono essere ugualmente utilizzati. La liquidazione va effettuata seguendo le disposizioni generali.

3. Invii in provenienza dal Kuwait e dal Qatar

Per gli invii in provenienza dal Kuwait e dal Qatar, l’imposizione preferenziale non è ancora possibile, anche se un eventuale certificato d’origine è disponibile. Tali invii possono essere imposti provvisoriamente (vedere circolare Accordo di libero scambio AELS-GCC – Imposizione provvisoria all’importazione).

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale