Novità

Primato della Svizzera al Global Innovation Index 2017

Per il settimo anno consecutivo la Svizzera si classifica prima come economia innovativa globale al top nel Global Innovation Index, co-pubblicato dalla Cornell University, INSEAD e dalla World Intellectual Property Organization (WIPO).

EMPA Dübendorf, laboratori federali svizzeri per scienze dei materiali e tecnologia
La Svizzera è una potenza dell’innovazione.

La decima edizione del Global Innovation Index 2017 (GII 2017), dedicata al tema dell’«Innovazione che alimenta il mondo» è stata presentata la scorsa settimana alle Nazioni Unite, a Ginevra. L’indice misura la capacità di innovazione e la performance in base a un sondaggio effettuato su 130 economie globali. Non avendo la disponibilità di altre basi di dati comparabili su un periodo di dieci anni, il GII viene utilizzato da diversi Paesi come guida per le politiche di investimento nazionali, secondo Soumitra Dutta, preside della Cornell Business School.

L’indice di quest’anno elenca la Svizzera, la Svezia, i Paesi Bassi, gli Stati Uniti e il Regno Unito come i cinque Paesi più innovativi. Le economie a reddito elevato occupano 24 tra i primi 25 posti, 15 dei quali sono Paesi europei.


 «Noi continuiamo ad apprendere dall’esempio della Svizzera»

La Svizzera guida la classifica per il settimo anno consecutivo. La potenza dell’innovazione detiene il primo posto dal 2011. «La Svizzera vince di nuovo la medaglia d’oro, come ormai da sette anni, realizzando quindi una performance veramente eccezionale», commenta Francis Gurry, Direttore Generale di WIPO alla conferenza stampa.

La Svizzera ottiene i migliori punteggi tra quelli che sono gli «output dell’innovazione», come le conoscenze, la tecnologia e la creatività. Nel 2016 il Paese ha depositato il maggior numero di applicazioni brevettate pro capite presso l’Ufficio brevetti europeo, un forte indicatore della potenza innovativa. Ottiene inoltre buoni risultati in fatto di capitale umano e ricerca, infrastrutture, mercato e sofisticazione imprenditoriale.

Secondo gli autori del rapporto, «con il suo contesto imprenditoriale favorevole e le solide capacità di innovazione, la Svizzera continua a riscuotere successi, trasformando le proprie risorse in output di innovazione più numerosi e più vari». «Noi continuiamo ad apprendere dall’esempio della Svizzera», aggiunge Bruno Lanvin di INSEAD.

State pensando di investire in Svizzera? Per maggiori informazioni, scaricate il nostro Manuale per investitori.

Link

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale