Novità

Revoca delle sanzioni contro l’Iran

L’Iran torna a far parte della Comunità economica internazionale.

In linea con l’ONU e l’UE anche la Svizzera ha revocato le sanzioni contro la Repubblica Islamica. Dopo che l’Iran ha adempiuto agli obblighi stabiliti nell’ambito di un vasto accordo nucleare, le sanzioni contro la Repubblica Islamica sono state sospese ufficialmente il 17 gennaio 2016. Il Consiglio federale ha adattato il regolamento sulle misure contro l’Iran.

Le principali modifiche dopo la sospensione delle sanzioni sono le seguenti:

  • L’Iran può esportare nuovamente petrolio (ad esempio in Svizzera e nell’UE). Inoltre, patrimoni confiscati dell’importo superiore agli USD 100 miliardi rientrano in Iran. In tal senso, il Paese può far fronte ai mezzi urgenti per il suo sviluppo infrastrutturale. Tuttavia, il prezzo del greggio scenderà ulteriormente con l’offerta aggiuntiva proveniente dall’Iran.
  • La nazione potrà essere nuovamente rifornita di apparecchiature per l’industria petrolchimica, auto e aerei, nonché dei relativi pezzi di ricambio. Si apre un mercato miliardario. L’Iran ha ad esempio già ordinato 114 aerei Airbus.
  • Transazioni finanziarie internazionali sono di nuovo permesse quasi senza limiti. Rapporti commerciali con l’Iran possono essere ora sostenuti dalle banche, petroliere iraniane possono essere assicurate anche da assicurazioni svizzere. Come prevedibile, tuttavia, ci vorranno ancora alcuni mesi prima che i flussi finanziari riprendano nuovamente il loro normale corso.

Tuttavia, nel commercio di beni e servizi, nonché per transazioni finanziarie continuano ad essere in vigore determinati divieti, obblighi di autorizzazione e di notifica. In caso di dubbi si consiglia all’impresa di contattare la SECO. Casi concreti devono essere sottoposti alla sezione “Controlli all’esportazione/Prodotti industriali” della SECO, attraverso il sistema di autorizzazioni elettronico ELIC. Richieste generiche devono essere inoltrate all’indirizzo e-mail:licensing@seco.admin.ch

Le sanzioni contro l’Iran possono rientrare in vigore, in qualsiasi momento, qualora si verifichi una violazione dell’accordo sul nucleare.

Vi teniamo informati sulle novità legate all’Iran. Un ingresso sul mercato iraniano rimane tuttora complesso. Nonostante le sanzioni siano state revocate le transazioni di pagamento rimangono ancora limitato Rivolgetevi a noi!

Il bisogno di recupero in Iran è enorme (80 milioni di abitanti, forza lavoro specializzata e ben istruita, grande legame con l’Europa e una ricchezza adeguata, nonché un mercato interessante e redditizio), sia per i beni di consumo, sia per i capitali. Altresì grande resta la domanda di beni di lusso (es. orologi), generi alimentari del segmento premium e prodotti medicali.

Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca: Implementation Day: revocate le sanzioni contro l’Iran

Consulenza Paese Iran (14-15 marzo, a Lugano)

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale