Novità

Smart city in Francia: piani entusiasmanti creano opportunità per le PMI svizzere

Sebbene la densità della sua popolazione sia relativamente bassa, la Francia è uno dei Paesi europei la cui popolazione vive maggiormente nelle città e nelle aree urbane. Secondo l’opinione pubblica, il concetto di smart city è considerato un grande vantaggio per le città stesse, nonché per le imprese private.
Panorama sullo Skyline di Parigi
La Francia dispone di piani entusiasmanti per implementare il concetto di smart city.

In un sondaggio condotto nel 2012 su 80 aree urbane francesi in cui vivono oltre 40’000 abitanti, il 96% degli intervistati riteneva che le smart city rappresentassero un grande vantaggio per le città e le imprese private. Il concetto di smart city mira a rendere più efficienti le città, i servizi pubblici e l’infrastruttura urbana. Laddove le entità pubbliche e private interagiscono, le nuove forme di collaborazione incrementeranno i benefici economici. Ciò include i partenariati pubblici-privati (PPP), la collaborazione tra grandi imprese e start-up e la collaborazione tra le imprese in generale.

Quasi l’80% dei francesi vive in aree urbane. Lo spazio occupato dalle aree urbane è in continua crescita. Per questo la Francia ha inserito l’implementazione del concetto di Smart City nell’ordine del giorno e la ha considerata una massima priorità, sviluppando 34 piani per la sua implementazione.

L’obiettivo della Francia consiste nel rafforzare i partenariati con i player locali e nel coinvolgere i territori locali in una strategia digitale globale. Ciò riguarda tutti i settori economici, sociali, culturali e dell’istruzione.

“In Francia vi sono soprattutto offerte pubbliche per la modernizzazione del settore pubblico. Per accrescere le possibilità di aggiudicarsi un tale appalto pubblico consiglio vivamente alle PMI svizzere di collaborare con un partner in loco”, ha affermato Beat Kuster, consulente S-GE per la Francia.

Uno dei motivi per cui la maggior parte degli appalti provengono dal settore pubblico è che la Commissione europea ha già avuto modo di criticare il governo francese per la sua infrastruttura datata. Conseguentemente il governo francese ha implementato una direttiva sull’efficienza energetica (RT 2012), che stabilisce che tutti gli edifici abbiano un bilancio energetico positivo entro il 2020.

Altre importanti aree di implementazione del concetto smart city sono:

  • Mobilità: monitoraggio del traffico urbano, trasporto pubblico efficiente e pianificazione di parcheggi gratuiti.
  • Smartgrids: incl. smart water, smart lighting e gestione dei rifiuti.

Questi elementi si basano su un report relativo alle smart city in Francia, che sarà lanciato e distribuito a tutti i partecipanti al nostro evento “Impulse: Smart Cities” il 21 giugno a Zurigo. Non perdete l’opportunità di discutere in questa occasione con il nostro consulente Beat Kuster e il nostro Head of Swiss Business Hub France Patrice Jacquier.

Tramite lo SWISS Pavilion partecipate alla SMAU Milano for Smart Cities 2016 o al congresso Smart City Expo World Congress a Barcellona.

Consulenza Paese Francia (21-23 giugno, a Zurigo)

Documenti

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale