Novità

Sostituzione delle importazioni in Russia: nuove sfide e opportunità per le PMI svizzere

L’economia russa è in crisi e tramite il programma di sostituzione delle importazioni si è imposta provvedimenti drastici per colmare i deficit strutturali. Anche le imprese estere avvertono tale situazione, nel bene e nel male. Un webinar di S-GE e una guida dello Swiss Business Hub Russia descrivono come fare buon viso a cattivo gioco.
Produzione sulla catena di montaggio nell’industria automotive.
L’industria dell’auto è nella lista delle priorità del programma di sostituzioni delle importazioni.

L’economia russa è in crisi a lungo termine per molti motivi: embarghi, caduta del prezzo del petrolio, deprezzamento del rublo. Mosca prova a fare di necessità virtù, ovvero di passare da un’economia d’esportazione di materie prime ad un’economia nazionale diversificata e il più autosufficiente possibile. Sulla base del cosiddetto programma di sostituzione delle importazioni, in diverse industrie chiave devono essere creati nuovo know-how e nuove capacità con la cui forza innovativa e produttiva sarà possibile in futuro sostituire importazioni dal caro prezzo.

Di conseguenza, le imprese estere devono affrontare nuove sfide in Russia. In molti settori verranno in futuro chiaramente preferiti i prodotti locali (ad esempio nei bandi pubblici) e l’importazione di beni dall’estero sarà penalizzata ulteriormente (ad esempio da regolamenti restrittivi all’importazione, da ulteriori barriere commerciali tecniche, da contingentamenti oppure dall’aumento delle tasse).

Si creano improvvisamente numerose opportunità commerciali. Da un lato nell’ambito della grande costruzione e dello sviluppo, tramite generosi investimenti, di intere industrie che vanno dallo sviluppo e pianificazione, alla modernizzazione di siti di produzione, fino all’allestimento e all’organizzazione di strutture di gestione, marketing, vendita e distribuzione aggiornate. D’altro lato attraverso investimenti in loco in proprie piazze di sviluppo, produzione e vendita, investimenti che generalmente nelle imprese estere vengono condotti in tutta semplicità se ciò gioca a vantaggio degli obiettivi del programma di sostituzione delle importazioni.

Ad essere particolarmente interessati sono i settori MEM (macchine, elettronica, metalli), dei generi alimentari, dell’edilizia (e di attività affini all’edilizia), automotive, IT, tecnologie medicale e chimico-farmaceutico. Tali settori sono in primo piano in una guida realizzata dallo Swiss Business Hub Russia (practical guide: Import substitution in Russia) e in un webinar sullo stesso tema di Switzerland Global Enterprise (che si svolgerà il 14 settembre).

Swiss Business Hub Russia: Practical Guide: Import Substitution in Russia

Consulenza Paese Russia (diversi appuntamenti a novembre, a Zurigo)

Documenti

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale