Novità

Stampanti 3D semplificano le innovazioni per le PMI svizzere

La PMI svizzera F&P Personal Robotics con l’aiuto di stampanti 3D insegna alle sue braccia robotiche a gestire le situazioni più diverse. I suoi prodotti sono quindi ideali per l’industria 4.0.

Anche i robot si evolvono

Se il concetto di Industria 4.0 si associa a una rivoluzione industriale, il pensiero di molti torna alla prima rivoluzione, quando le macchine a vapore sgravarono l’uomo dal lavoro fisico o perlomeno lo alleggerirono. Da allora le macchine si sono evolute enormemente e, nel frattempo, spesso basta inserire la spina nella presa di corrente per farle funzionare. Il concetto che Hansruedi Früh, CEO presso F&P Personal Robotics, ci rivela in un’ intervista è proprio questo. La sua azienda si è specializzata, tra l’altro, nella produzione di braccia robotiche per la robotica industriale collaborativa. Il motto è il seguente: “Plug & Play”: inserire il braccio robotico, accendere e via. La caratteristica veramente particolare di questi aiutanti è la loro capacità di apprendere. Il loro compito consiste nell’assistere il personale nell’adempimento di mansioni anche nel caso in cui dovesse presentarsi una situazione imprevista.

La stampante 3D lo rende possibile

La morbida superficie in finta pelle nasconde dozzine di sensori. Il braccio robotico può quindi reagire, ad esempio, ai contatti. Una collisione con l’uomo è pressoché impossibile. La sicurezza, infatti, è un fattore essenziale nella robotica industriale collaborativa. Hansruedi Früh spiega così il suo prodotto:

“Il nostro robot, P-Rob, è dotato di intelligenza artificiale, è subito pronto all’uso, in qualunque stabilimento di produzione si trovi. Il robot padroneggia già di fabbrica determinati movimenti, il cliente non è dunque tenuto a programmarlo da zero. In più, è in grado di percepire l’ambiente circostante. Grazie a telecamere e sensori integrati il robot è in grado di reagire autonomamente ai cambiamenti nel suo ambiente di lavoro e ad adeguare il suo comportamento di conseguenza.”

Grazie alla sua telecamera riconosce oggetti. Questi vengono stampati nel corso di un test con una stampante 3D e salvati sotto forma di file CAD. Non appena la telecamera rileva l’oggetto, il robot riconosce la struttura sottostante e sa come meglio afferrarlo. Tutti questi esercizi vengono salvati sul software. Pertanto, il robot non ha bisogno di essere programmato da zero dal cliente.

Fare rete con partner internazionali

Un’impresa come F&P, che si sta letteralmente sviluppando di pari passo con la rivoluzione industriale, deve anche entrare a far parte di una rete internazionale, ritiene Hansruedi Früh, tanto più che l'azienda si trova ancora agli inizi: “I nostri prodotti sono ideali per le applicazioni dell’Industria 4.0. Abbiamo integrato Internet delle cose e l’utilizziamo nel nostro lavoro. Con l’azienda stessa dobbiamo ancora fare passi avanti, siamo una start-up e internamente all’azienda lavoriamo costantemente allo sviluppo dell’industria 4.0.”

Scoprite di più sulle braccia robotiche di F&P Personal Robotics e sul posizionamento internazionale di questa PMI svizzera nel nostro podcast.

Forum del commercio estero 2016 sul tema Industria 4.0.

Non lasciatevi sfuggire il seguito e discutete dell’Industria 4.0 con i nostri consulenti e relatori nel corso del Forum del commercio estero, il 21 aprile 2016 a Zurigo. Registratevi oggi stesso! Altri articoli sul tema sono disponibili nel nostro: dossier: “Industria 4.0”

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale