Novità

Steiger Participations SA: «Siamo pronti a personalizzare le nostre macchine in funzione delle necessità dei nostri clienti»

Steiger Participations sviluppa e produce macchine per la maglieria lineari per il mercato della moda di alta qualità, nonché per delle applicazioni mediche. Pierre-Yves Bonvin, CEO di Steiger Participations SA, parla dell’impatto della digitalizzazione sulle macchine tessili, in occasione dell’evento «Exporter demain!» che si svolgerà il prossimo 28 settembre presso il PF di Losanna.

Steiger produce macchinari tessili per l’alta moda
Steiger produce macchinari tessili per l’alta moda

Pierre-Yves Bonvin, che ruolo giocano le esportazioni nella sua strategia?

Steiger Participations SA esporta il 100% della sua produzione, soprattutto in Europa. Questo è il motivo per cui un accesso al libero mercato europeo è essenziale per il successo della nostra società.

Qual è il suo modello di business, in qualche parola?

Steiger Participations SA esporta e produce macchine per la maglieria lineari per il mercato della moda di alta gamma, così come per il mercato delle applicazioni mediche. Forniamo dei software di programmazione grafica molto intuitivi per permettere ai nostri clienti d’esprimere tutta la loro creatività negli articoli di maglieria realizzati con le nostre macchine.

Quali sono le esigenze dei clienti a cui fa fronte la sua impresa?

Miriamo a nicchie in cui le prestazioni tecnologiche e la cui produttività delle nostre macchine hanno un valore aggiunto riconosciuto dai nostri clienti.

In che modo adatta il suo modello di business alle necessità dei clienti?

Lo adattiamo soprattutto in funzione dei nostri clienti, siamo pronti a personalizzare e a ottimizzare i nostri macchinari per le loro applicazioni. L’innovazione, la flessibilità e la reattività sono alcuni dei chiari punti di forza di Steiger.

Che ruolo gioca la piazza svizzera per la sua impresa?

Dal 2007 Steiger produce macchine sulla sua piazza cinese per il mercato asiatico. L’obiettivo era quello di restare vicini all’industria dell’abbigliamento che si è ampiamente spostata in Cina negli anni 2000. La piazza vallese di Steiger è fondamentale per continuare ad essere innovativi e per preparare le applicazioni future. Generalmente siamo in grado di completare una macchina per la maglieria in tre dimensioni, che permetterà di produrre un maglione senza il bisogno di ulteriori passaggi. La produzione sulla piazza svizzera continua per i segmenti ad alto valore aggiunto.

La sua impresa collabora con istituzioni o partner nella ricerca o in altri settori?

Le università specializzate nel settore tessile si trovano in Europa. Collaboriamo in particolare con l’università ITV di Dresda che possiede due macchine di sviluppo o con l’ENSAIT a Roubaix. Per i progetti d’innovazione elettromeccanica collaboriamo con il PL di Losanna nell’ambito di progetti CTI (computer telephony integration) su dei sensori-attuatori di alta frequenza.

Ancora una volta la Svizzera si piazza in testa ai Paesi più innovatori. In che modo favorite l’innovazione?

Partecipiamo a dei progetti di sviluppo europei. Ad esempio, Mapicc 3 d è un’alleanza di partner specializzata nel settore del tessile che raggruppa università specializzate nella simulazione di elementi finiti, produttori di macchine e subfornitori per l’industria automotive o aerospaziale. L’obiettivo di questo progetto è di sviluppare una filiera di produzione di materiali compositi lavorati a maglia per realizzare dei pezzi 3D in fibra di carbonio.

Quale sarà il tema chiave del 2018 nella sua impresa?

Steiger, per rafforzare i suoi segmenti, quello della moda e quello medico, ha avviato un progetto ambizioso di diversificazione nella lavorazione a maglia dei materiali composti in tre dimensioni. Vogliamo promuovere la nostra capacità di lavorare a maglia la fibra composita per offrire una soluzione di produzione industriale per i pezzi di media dimensione. Oggi, questo lavoro è prossimo all’artigianato e richiede molta mano d’opera. Grazie ai nostri macchinari innovativi, la preforma di fibra di carbonio può andare direttamente alla fase di termo-solidificazione senza il taglio o l’elaborazione intermediaria. Miriamo ai settori dell’aeronautica, dello sport e dei trasporti.

Maggiori informazioni sul sito Steiger Participation SA

«Exporter demain!» il 28 settembre 2017 presso il PF di Losanna

Incontrate Pierre-Yves Bonvin in occasione della discussione «l’impatto della digitalizzazione sui macchinari tessili». I modelli di business innovativi saranno al centro dei dibattiti dell’evento «Exporter demain! 2017» Non lasciatevi sfuggire questo grande appuntamento annuale degli esportatori romandi! Maggiori informazioni e iscrizione

Consultate il nostro dossier sui nuovi modelli di business: articoli, studi e video.

A proposito di Pierre-Yves Bonvin, CEO di Steiger Participations SA

Dal 2006, Pierre-Yves Bonvin è il CEO di Steiger Participations SA. Ha riorganizzato la società insediandosi sul mercato asiatico. Ha gestito la costruzione di un sito di produzione e l’istituzione di una rete di vendita in Cina. Parallelamente, dal 2007 al 2010, in qualità di vicepresidente esecutivo del gruppo italiano ITEMA, ha sviluppato la “Business Unit Knitting”. Nel 2010, promuove l’investimento di Steiger di nuovi azionari con l’obiettivo di finanziare una strategia di diversificazione nei settori dei macchinari per tessuti tecnici. Ingegnere in microtecnica, diplomato al Politecnico federale, Pierre-Yves Bonvin ha iniziato la sua carriera in seno a Nokia-Maillefer a Ecublens.

Steiger Participations SA

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale