Success stories

Bioma SA: alla riconquista del mercato messicano

I prodotti privi di sostanze chimiche di Bioma SA riducono significativamente l’impatto ambientale dell’agricoltura, dell’allevamento, delle bonifiche ambientali e della produzione di vino, promuovendo altresì il benessere animale e umano grazie all’innovativa tecnologia “Geolife”. Per il suo rientro sul mercato messicano, l’azienda ticinese si è affidata alla competenza e al supporto di S-GE.

Trattore in un campo

Privi di sostanze chimiche o organismi geneticamente modificati

Da oltre 25 anni, Bioma SA fornisce a clienti di tutto il mondo prodotti unici, privi di sostanze chimiche o organismi geneticamente modificati. Il vino, ad esempio, viene solitamente conservato con l’aggiunta di solfiti, ai quali circa il 10% dei consumatori reagisce con intolleranze, allergie o problemi respiratori. Con “Epyca”, Bioma SA ha sviluppato una gamma di prodotti a base di semi d’uva che ha un potenziale antiossidante superiore a quello dei solfiti. Così facendo, si evita che il gusto o l’odore del vino cambi in modo sgradevole. “Epyca” è particolarmente adatto per i vini pubblicizzati con l’etichetta “Bio” o “Organic Wine”.

Compatibilità ambientale e sostenibilità come chiari fattori di successo

Un’altra innovazione è “Ampelos”: utilizzato in viticoltura, questo programma stimola la colonizzazione della microbiologia autoctona, riducendo l’uso di fertilizzanti fino al 70%. I viticoltori hanno bisogno di meno acqua, mantengono il terreno in condizioni di equilibrio e possono aumentare significativamente la resa del vigneto.

“Sempre più persone sono sensibilizzate alla salvaguardia dell’ambiente e alla salute dell’uomo e degli animali. I nostri prodotti sono sempre stati caratterizzati da un’elevata compatibilità ambientale e da un’assoluta sicurezza per gli utilizzatori e i consumatori”, afferma Paolo Bassanini, CEO di Bioma. L’innovazione consiste nell’aver realizzato prodotti naturali che vengono integrati nei normali processi produttivi. “Questo permette una resa maggiore e una migliore qualità rispetto ad altri sistemi”, spiega Paolo Bassanini.

Risultati impressionanti nell’allevamento del bestiame

Per ridurre le emissioni nocive di ammoniaca nell’allevamento del bestiame, Bioma SA ha sviluppato “Kopros”. I risultati dopo l’uso del prodotto sono impressionanti: il 90% in meno di emissioni di ammoniaca, miglior stato di salute e di pulizia degli animali, un terzo in meno di letame e una minore mortalità dovuta all’aumento del peso dell’animale. Negli allevamenti avicoli, ad esempio, i cicli di crescita dei polli sono spesso abbreviati senza bisogno di vaccini. Nel complesso, questi miglioramenti aumentano la resa del pollame, ma anche di altre specie animali. Ciò è reso possibile da una soluzione che ripristina l’equilibrio ideale della flora microbica naturale senza l’uso di sostanze chimiche. Come tutti i prodotti di Bioma SA, essa si basa sulla “Geolife Technology” sviluppata dall’azienda stessa, un processo di produzione in cui i numerosi composti organici presenti nei prodotti vengono attivati e stabilizzati senza perdere il loro effetto originale.

Un'impressionante quota desportazione del 60%

Con le sue soluzioni ecocompatibili, Bioma SA raggiunge una quota di esportazione del 60%. I suoi mercati principali sono Italia, Francia, Stati Uniti, Messico e Georgia.

Paolo Bassanini, CEO di Bioma specifica: “Molti dei nostri mercati di riferimento sono nazioni con una produzione agricola molto elevata. L’esportazione è quindi di grande importanza per noi. Grazie alla reputazione della Svizzera, essere in grado di offrire prodotti con il logo Swiss Made, sinonimo di qualità, precisione ed efficacia, rappresenta una delle più importanti garanzie.”

L’azienda svizzera aveva già operato in Messico tra il 1994 e il 2004 attraverso una società di distribuzione. Una collaborazione terminata male, con il distributore che si è reso colpevole di gravi omissioni nei confronti delle dogane e di altre agenzie. Sebbene i prodotti di Bioma fossero conosciuti e largamente utilizzati in Messico, le esportazioni verso il Paese dovettero essere interrotte – un’amara battuta d’arresto per l’azienda ticinese.

Un nuovo inizio in Messico nel 2015

Nel 2015, Bioma SA ha deciso di fare un nuovo tentativo in Messico, questa volta costituendo una filiale. S-GE ha supportato attivamente questo processo, mettendo Bioma SA in contatto con un fiduciario e un avvocato di fiducia, e assistendola nella costituzione della filiale “Geolife Swiss”, nell’iscrizione al registro di commercio e alla “Foreign Investment Authority”. A livello amministrativo, S-GE l’ha aiutata nell’iscrizione al registro delle imposte e nell’apertura di conti bancari. Alla fine del 2018 è stato inoltre organizzato congiuntamente un importante evento rivolto alla clientela.

Dal Messico ai Paesi vicini

Le prime esperienze sul mercato messicano sono talmente incoraggianti che Bioma SA sta considerando la possibilità di attivarsi anche in altri Paesi sudamericani. “Il Sudamerica è il mercato agricolo più importante del mondo.Inoltre, in nessun altro luogo vengono utilizzate quantità così elevate di sostanze chimiche dannose per l’ambiente”, dichiara Paolo Bassanini. “I nostri prodotti possono fare la differenza quando si tratta di soddisfare il fabbisogno alimentare calcolato dalla FAO per il 2050. Affinché questo accada, la produzione deve essere aumentata di circa il 70%.”

Desiderate prendere piede in Sudamerica?

Contattate Monica Zurfluh, responsabile S-GE per la Svizzera italiana, per i primi accertamenti e una consulenza di base.

Contatto

Galleria immagini Bioma

Link

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale