Success stories

Brain Technology per gli Stati Uniti

Con il supporto dello Swiss Business Hub New York, la startup zurighese Starmind in poco tempo ha trovato investitori, stipulato contratti con i clienti e aperto una filiale.

Brain Technology per gli USA

Starmind – un software che funziona come un cervello umano

Inizialmente Pascal Kaufmann, neuroricercatore, e Marc Vontobel, esperto di informatica economica, nel 2010 avevano creato il cervello artificiale per scopi propri, allo scopo di trovare risposte alle loro domande complesse su temi quali ad esempio l’intelligenza artificiale. «Abbiamo sviluppato una rete decentralizza di oltre 10’000 talenti e un algoritmo che inoltra le domande nel modo più efficiente ai rispettivi esperti», spiega Kaufmann. In seguito è maturata l’idea di non commercializzare la tecnologia su internet, ma internamente alle società. «Sono interessanti le aziende con almeno 5’000 collaboratori, poiché lì c’è sempre una persona in grado di rispondere subito a una determinata domanda.» Il cervello autoapprendente collega tutti i dipendenti e mette a disposizione questo accesso diretto alle conoscenze in continua espansione dell’intera azienda.

Tre anni dopo aver acquisito il primo cliente aziendale, il cervello artificiale viene utilizzato da gruppi di più di 40 Paesi, tra cui UBS e Swisscom. Oltre all’Europa, gli Stati Uniti sono il mercato principale.

Swiss Business Hub New York: la chiave di accesso per gli Stati Uniti

Starmind occupa oggi oltre 50 esperti altamente qualificati, che programmano, assistono i clienti e vendono il prodotto, ora anche negli USA. Kaufmann aveva avviato i primi colloqui in occasione di un seminario organizzato da S-GE, e poi si è andato avanti passo dopo passo. Lo Swiss Business Hub di New York gli ha trasmesso contatti con aziende rinomate, ha organizzato riunioni con decision maker, presentandogli una selezione di avvocati qualificati. Il software Starmind ha convinto: sono stati impostati i primi contratti, gli investitori hanno manifestato interesse. Le basi per la costituzione di una nuova filiale erano state gettate. Pascal Kaufmann ne è convinto: «Senza la mediazione dello SBH in così poco tempo non avremmo avuto accesso a queste grandi aziende.» E quindi si affida al supporto di S-GE anche per accedere al mercato britannico. «Io sono diventato un vero fan, perché ricevo la consulenza di esperti qualificati e impegnati che dispongono di contatti eccellenti.»

Io sono diventato un vero fan di S-GE, perché ricevo la consulenza di esperti qualificati e impegnati che dispongono di contatti eccellenti.

Pascal Kaufmann, CEO di Starmind International SA

Documenti

Link

Di più
Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale