ExportHelp

Domande sull’accordo di libero scambio con le Filippine

Trovate qui i documenti e le domande più frequenti sull’accordo di libero scambio con le Filippine, in vigore dal 1° giugno 2018.

Domande sull’accordo di libero scambio con le Filippine

Dopo la ratifica dei singoli Paesi, il 1° giugno 2018 entra in vigore l’accordo di libero scambio tra l’AELS (Svizzera, Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e le Filippine. A beneficiare di questo accordo sono in particolare i prodotti industriali e vari prodotti alimentari. Inoltre, l’accordo tratta diverse barriere commerciali tecniche, la tutela della proprietà intellettuale e la protezione degli investimenti.

In che modo avviene l’eliminazione dei dazi all’importazione nelle Filippine?

La riduzione dei dazi rispettivamente l’esenzione doganale avviene gradualmente per la maggior parte dei prodotti dei capitoli 25-97.

Come si verifica l’esenzione doganale all’importazione in Svizzera?

Con l’entrata in vigore dell’accordo la maggior parte dei dazi saranno eliminati in un un’unica fase. A partire dallo stesso momento, alle Filippine non saranno più concesse le preferenze doganali secondo il Sistema generalizzato di preferenze per Paesi in via di sviluppo.

Che può essere considerato come prova dell’origine in questo ALS?

Come prova dell’origine vale esclusivamente la dichiarazione d’origine. Può essere allestita dall’esportatore indipendentemente dal valore della merce. La dichiarazione d’origine deve essere redatta obbligatoriamente in inglese.

Particolare legato a questo ALS: tolleranza del valore

Le regole della lista che richiedono un cambiamento di posizione o di capitolo prevedono una tolleranza del 20% del valore franco fabbrica del prodotto per i materiali non originari.

Sono esclusi da questa tolleranza le regole della lista che prevedono un criterio di valore e i prodotti, per i quali è rivendicato lo stato come interamente ottenuto o prodotto.

È permesso il cumulo in questo ALS?

È previsto il cumulo delle merci originarie tra i Paesi dell’AELS e le Filippine. Non è consentito il cumulo con merci di altri partner di libero scambio.

Regola di non modificazione

Questo accordo prevede la regola di non modificazione nel senso che le merci originarie importate devono essere le stesse come quelle esportate dalla parte contraente. Durante il trasporto tali merci non devono essere state sottoposte a lavorazioni o trasformazioni vietate e devono essere permanentemente sotto vigilanza doganale.

Tenore della dichiarazione d’origine

«The exporter of the goods covered by this document (customs authorisation No…) declares that, except where otherwise clearly indicated, the goods satisfy the Rules of Origin to be considered as originating under the PH-EFTA FTA (Country of Origin: ....................)

Place and Date

…………..………………..

Signature above the Printed Name
of the Authorised Signatory»

Termine di proroga per la consegna per l’imposizione provvisoria all’importazione (importare in Svizzera)?

Negli ALS, la prassi amministrativa consueta prevede la consegna della prova dell’origine entro 2 mesi (termine di validità dell’imposizione provvisoria; inoltre, prima della scadenza la persona soggetta all’obbligo di dichiarazione può presentare una domanda di proroga scritta e motivata).

Maggiori informazioni su questo ALS

Circolare dell’AFD in tedesco, francese, italiano e inglese

Il testo completo dell’accordo AELS-Filippine è disponibile in lingua inglese sul sito dell’AELS e a questo link.

I dazi preferenziali attualmente in vigore nonché le regole d’origine e della lista sono consultabili nella banca dati doganale al seguente link.

Per ulteriori domande è a disposizione il team di ExportHelp:

Contatto:
ExportHelp S-GE
Switzerland Global Enterprise
Support
exporthelp@s-ge.com
0844 811 812

Di più
Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale