Rapporti settoriali

Cile e Argentina: mercati interessanti per la tecnologia medicale

Il Cile offre a imprese svizzere del settore medtech un ingresso relativamente semplice e un’elevata consapevolezza della qualità. Agli esportatori medtech conviene tenere sotto controllo l’Argentina a causa delle trattative sull’accordo di libero scambio tra la Svizzera e il Mercosur.

Tecnologia medicale svizzera di alta qualità: opportunità in America Latina (prodotto di Bien Air Dental, Biel )
Tecnologia medicale svizzera di alta qualità: opportunità in America Latina (prodotto di Bien Air Dental, Biel )

Da alcuni mesi la Svizzera è in fase di trattativa con la Confederazione di Stati Mercosur per quanto riguarda un accordo di libero scambio. Il mercato principale è certamente quello brasiliano, ma anche altri Stati membri possono offrire interessanti opportunità di vendita per gli esportatori svizzeri di tecnologie medicali.

Monitorare l’Argentina nel campo delle tecnologie medicali

L’Argentina ha investito circa il 7% del suo PIL per la salute pubblica. Con il cambio del governo nel 2015 è stata marcata una svolta nella politica economica e sono state semplificate numerose restrizioni all’importazione. Tuttavia, il Paese si trova nuovamente in difficoltà economiche, il Peso argentino ha recentemente subito una forte svalutazione. Ciononostante potrebbe essere opportuno monitorare il mercato delle tecnologie medicali in quanto fortemente dipendente dalle importazioni estere. Nel settore sanitario, il 70% delle merci proviene dall’estero.

La premessa per fornire beni medtech in Argentina è la collaborazione con un importatore, che a sua volta, sia registrato presso ANMAT (Administración Nacional de Medicamentos, Alimentos y Tecnología Médica). Tale importatore effettua, inoltre, la registrazione del prodotto che ha una validità di 6-24 mesi. All’interno dello spazio Mercosur vige un regime tariffario uniforme del 14%, in media, per i prodotti medici.

Cile: stretti legami commerciali semplificano l’ingresso sul mercato

Il Paese affacciato sul Pacifico non fa parte del mercato comune Mercosur. È caratterizzato da una politica commerciale tradizionale particolarmente aperta e da un accordo commerciale con la Svizzera stipulato da anni. Anche in Cile la quota delle importazioni nel settore medtech è superiore al 95% per un volume di mercato di 785 milioni di dollari USA. Tale volume viene realizzato sia nel settore privato sia in quello pubblico, quest’ultimo costituisce circa due terzi. Qui predominano i processi del bando, mentre invece nel settore privato vi è una negoziazione diretta. Il livello tecnico è elevato: la comunità medica del Cile è considerata all’avanguardia nella Regione e sta tentando di utilizzare le ultimissime tendenze medtech.

Dal punto di vista legale, il Cile non obbliga nessun esportatore a collaborare con un partner locale, ma questi è spesso particolarmente efficace nella promozione e distribuzione di prodotti.

Alcuni strumenti di tecnologia medicale necessitano di una registrazione da parte dell’ente cileno della salute pubblica (ISP), il processo richiede in media 60 giorni lavorativi. La registrazione è valida a tempo indeterminato e ha un costo di circa 85 dollari a prodotto.

 

Welches wird Ihr neuer Erfolgsmarkt?

Im Rahmen unserer kostenfreien Erstberatungen können Sie Ihr individuelles Marktpotential für die lateinamerikanischen Länder mit unserem Länderberater Fabio Speciale und den Experten aus unseren Trade Points und Swiss Hubs besprechen.

Condividete

Richiedere documento

Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale