Success stories

«In Svizzera c’è un buon microclima per le società attive nel settore delle Life Sciences»

Hamilton è una società hightech operante a livello globale nel campo della tecnologia medicale e sensoriale, che attualmente dà lavoro a circa 1’200 persone. La sede principale europea e il più importante stabilimento produttivo si trovano dove di solito la gente va in vacanza: nel Cantone dei Grigioni, circondati da montagne.

Andreas Wieland
A. Wieland: «La Svizzera e soprattutto i Grigioni sono una location molto interessante per costituire o espandere una società».

L’impresa familiare statunitense Hamilton è leader mondiale nei settori medtech, analisi sensoriale e automazione di laboratorio. Dal 1968 l’azienda sviluppa e realizza la propria produzione a Bonaduz, nel Cantone dei Grigioni, da dove gestisce la distribuzione in Europa, Asia e Africa. Negli ultimi anni l’azienda è cresciuta a grande velocità e ha acquisito un nuovo fabbricato nel parco industriale Vial a Domat/Ems, la più grande zona industriale del Cantone dei Grigioni.

Nell’intervista a noi concessa Andreas Wieland, CEO di Hamilton, parla dei vantaggi della piazza economica dei Grigioni in Svizzera.

Hamilton produce in Svizzera, più esattamente nel Cantone dei Grigioni. Come si è arrivati a questa decisione?

L’aspetto più importante è stato capire che si può anche produrre nei Grigioni. Gli azionisti hanno scelto i Grigioni e sono quindi venuti qui. Nei Grigioni abbiamo il grande vantaggio di avere ottimi collaboratori. Siamo una società hightech estremamente innovativa: ogni anno registriamo circa 100 brevetti. Per tale ragione non abbiamo problemi a trovare persone: l’anno scorso abbiamo ricevuto circa 4’500 candidature. I nostri collaboratori sono della zona oppure hanno voglia di trasferircisi. Naturalmente reclutiamo personale in tutto il mondo e svolgiamo un’intensa attività di employer branding. Molti giovani vengono qui volentieri per via dell’elevata qualità di vita e delle opportunità outdoor che i Grigioni offrono.

Per noi è conveniente produrre in Svizzera, poiché realizziamo prodotti conformi allo standard hightech.

La Svizzera è spesso considerata costosa. Voi avete deciso di trasferire parte della produzione da Paesi esteri alla Svizzera. Perché?

Per noi è conveniente produrre in Svizzera, poiché realizziamo prodotti conformi allo standard hightech. Con l’automazione, che in Svizzera ha raggiunto un livello molto alto, questo standard è più semplice da realizzare.

Formate anche apprendisti e i vostri professionisti brillano regolarmente ai Campionati svizzeri delle professioni. La vostra società trae vantaggi dal sistema formativo duale adottato in Svizzera?

Trovo che il sistema formativo duale sia eccezionale. Da noi ci sono moltissime persone che svolgono uno stage, maturando esperienze pratiche per poi proseguire gli studi, ad es. ingegneria o altro. Il risultato è un’ottima combinazione, preziosa per il mercato del lavoro.

Cosa fa della Svizzera una location particolarmente allettante per società operanti nel settore delle Life Sciences e Medtech?

La grande capacità d’innovazione è certamente un vantaggio. Un altro punto a favore è naturalmente la vicinanza alle grandi aziende farmaceutiche, ad es. a Basilea. Sono nostre clienti e anch’esse stimolano la nostra capacità d’innovazione. Collaboriamo con loro gomito a gomito. In Svizzera c’è un buon microclima per le società attive nel settore delle Life Sciences. Ma collaboriamo strettamente anche con istituti di ricerca, ad es. il Politecnico federale di Zurigo, l’Università di Zurigo, l’ospedale universitario e le scuole universitarie professionali. Con loro abbiamo accesso a conoscenze che non possediamo direttamente.

Cosa apprezza maggiormente del polo economico Svizzera?

Molte cose. Da un lato gli ottimi collaboratori che possiamo reclutare. Dall’altro il capitale al quale in Svizzera abbiamo accesso a condizioni vantaggiose. Un aspetto che incentiva l’innovazione e l’automazione. Il terzo elemento è il sistema fiscale eccellente di questa regione.

Cosa, a titolo personale, apprezza maggiormente del modo di lavorare nel Cantone dei Grigioni?

Gli Svizzeri sono molto lineari e le autorità ci aiutano, non ci ostacolano. Realizzare un nuovo fabbricato qui in Svizzera è, ad esempio, molto più semplice che in altri Paesi, e io lo posso affermare per esperienza diretta. Anche le leggi sul lavoro, di stampo liberale, sono un fattore positivo, come il sistema formativo: qui le persone sono davvero brave e si impegnano.

Direbbe che la vicinanza alle autorità fa dei Grigioni un luogo speciale per lavorare?

È così. Nei Grigioni non ci sono davvero impedimenti. Se mi serve qualcosa, ne discuto direttamente con l’esecutivo. In primo luogo tutto si svolge molto rapidamente e in secondo luogo senza tanta burocrazia. Considero questa vicinanza alle autorità e la comprensione reciproca molto positive.

 

Hamilton: Sede di produzione a Domat/Ems, parco industriale Vial

Link

Condividete
How should we contact you?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale