Global Opportunities

Vienna – un hub per le life science in Austria

Opportunità per le aziende svizzere

Attualmente, quasi 40’000 persone sono impiegate in una delle 554 organizzazioni attive nel settore life science nella sola città di Vienna. Questo articolo presenta l’industria delle life sciences in Austria e spiega perché questo settore in forte crescita può offrire un’opportunità di espansione alle PMI svizzere. Gli aspetti principali sono: forti finanziamenti, vantaggi fiscali, sicurezza e qualità della vita, collaboratori competenti, legami tra comunità scientifica e commerciale, e molto altro.

Life science

Prospettive generali

A livello nazionale, le life science stanno assumendo una posizione significativa nell’economia austriaca, con quasi 1’000 aziende per un fatturato globale di oltre 22,4 miliardi di euro, che rappresenta indicativamente il 6% del PIL austriaco. Lo scorso anno, per la sola città di Vienna le aziende attive nel settore dei dispositivi medici e biotech-farmaceutico hanno registrato rispettivamente introiti pari a 3,4 e a 8,8 miliardi di euro. Graz e Innsbruck ospitano varie università con prestigiose facoltà di medicina, il che consolida il forte posizionamento dell’Austria nel settore delle life science. Ciò va di pari passo con alcune cifre importanti: 55 istituti di ricerca, 20’000 collaboratori negli istituti di ricerca, 35’000 studenti e oltre 4’000 pubblicazioni accademiche all’anno.

La presenza di numerosi venture capitalist supporta lo sviluppo delle aziende in rapida crescita. Inoltre, il finanziamento pubblico è un percorso di sviluppo importante per le aziende. Per esempio, l’azienda viennese Apeiron sviluppa progetti innovativi nell’ambito dell’immuno-oncologia con focus sull’immunoterapia oncologica dei bambini. Ha appena ricevuto un prestito pari a 25 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti per sostenere la ricerca su questo raro caso di malattia oncologica che interessa oltre mille bambini all’anno nell’UE e negli USA.

Le politiche pubbliche incoraggiano l’innovazione nel settore delle life science

Tre anni fa il governo austriaco ha lanciato la sua strategia per le life science che mira a “sviluppare e potenziare la scienza locale e i panorami commerciali e di ricerca insieme all’intera catena del valore dell’innovazione, dalla ricerca iniziale alla diffusione sul mercato”.

Già nel 2019 i risultati sono sorprendenti: più risorse per gli studi clinici, potenziamento di nuovi campi (per es. medicina personalizzata e ricerca sulle cellule staminali), attenzione particolare alla cooperazione internazionale, semplificazione delle iniziative di finanziamento, facilitazione nei rapporti pubblico/privato, e altre attività volte a creare le condizioni quadro ideali.

Un esempio pratico mostra come vengano offerti incentivi fiscali ai nuovi arrivati. Indipendentemente dalle dimensioni dell’azienda, il 14% delle spese per ricerca e sviluppo è deducibile dalle imposte. Il governo austriaco ha anche adottato misure per la deduzione fiscale individuale, che si applicano esclusivamente a scienziati e ricercatori che abbiano deciso di trasferirsi in Austria per motivi professionali e per un periodo di tempo limitato. Inoltre, il governo ha lanciato un BioCenter nel cuore di Vienna per consentire agli scienziati il raggiungimento dei propri obiettivi, attraverso l’accesso a un’infrastruttura all’avanguardia nella ricerca biomedica. Più di mille metri quadri sono destinati a spazi di co-working, dedicati agli imprenditori e accessibili per tutti.

Focus sulla digitalizzazione

A livello federale sono state adottate misure per semplificare le condizioni per fare impresa. Nello specifico, il governo lotta per ottenere la riduzione della burocrazia e la diminuzione delle imposte societarie. Questa battaglia ha luogo anche a livello europeo, dove l’Austria supporta i diritti di proprietà intellettuale e altri incentivi per farmaci innovativi. Tali misure consentono agli stakeholder delle life science di utilizzare a proprio vantaggio il potenziale di sinergie per scienza, industria e società nell’era della digitalizzazione. Vienna è in linea con la tendenza generale verso la fusione di biotech, pharma, medtech e IT. Questo è ovviamente legato all’incremento della domanda di sanità elettronica, medicina personalizzata e utilizzo di strumenti diagnostici innovativi.

Un esempio è l’istituzione del “Centro per la medicina di precisione” presso l’Ospedale generale di Vienna, che includerà un campus per agevolare la convergenza della ricerca di base, traslazionale e clinica e per l’insegnamento.

Vienna cuore dell’Austria

Vienna è facilmente raggiungibile in due ore da qualsiasi punto della Svizzera. Dal punto di vista geografico, la capitale austriaca è situata a 600 km a est di Zurigo ed è la porta verso l’Europa centrale e orientale. Concentriamoci su due aspetti del settore delle life science a Vienna: il panorama industriale e la qualità accademica. La città è una sana miscela di start-up e aziende affermate. Per cominciare, metà delle aziende del settore delle life science situate nella capitale austriaca ha meno di dieci anni, mentre circa un quarto ha più di vent’anni. Inoltre, tutte e dieci le principali aziende biotecnologiche e farmaceutiche a livello mondiale hanno una filiale a Vienna, il che contribuisce a creare un ambiente stimolante.

La sua università è stata fondata oltre 650 anni fa. Oltre ai numerosi centri di ricerca e alla sua lunga esperienza, l’Università di Vienna è ben collegata agli scienziati internazionali. La città conta ben cinque università, due scuole universitarie professionali, e undici istituti di ricerca non universitari. Tra questi spiccano, ad esempio, l’Austrian Institute for Technology (AIT) e altre organizzazioni che vantano 1’500 collaboratori e un budget pari a 160 milioni di euro.

Infine, tutti questi dati e cifre relativi al potenziale di crescita austriaco nel settore delle life science dimostrano almeno due aspetti: in primo luogo, gli imprenditori svizzeri hanno a disposizione straordinarie opportunità di espansione per le loro attività in Austria. In secondo luogo, l’ambiente è accogliente per le PMI svizzere che desiderano conoscere il mercato austriaco.

Principali fattori di successo

  • Forza lavoro ben formata
  • Sviluppi molto promettenti in oncologia, neurologia, vaccini, immunologia, medicina di precisione ed e-health
  • Un terzo delle aziende ha meno di 10 anni
  • Aziende di primo livello hanno una filiale in Austria (per es. Boehringer Ingelheim, Shire, Ottobock, Sandoz, Bionorica, o Octapharma)
  • Istituti e università attivi su temi di ricerca e sviluppo di alto livello (per es. malattie infettive, oncologia, disordini immunologici, reagenti da laboratorio e kit nonché strumenti diagnostici)
  • Tra le città europee con la più alta qualità della vita
  • Prima tappa per ulteriori passi verso est
  • Infrastrutture moderne e aggiornate
  • Condizioni ideali per la ricerca congiunta (per es. Vienna BioCenter e Vienna Life Science Center Muthgasse)
  • Ottime condizioni quadro: accesso a finanziamenti, agevolazioni fiscali, fitta rete di networking, diversità e approccio interdisciplinare.

Prossimi eventi

  • European Summit of Industrial Biotechnology dal 18 al 20 novembre a Graz. Il più grande congresso biotecnologico di quest’anno in Europa avrà luogo in Austria e presenterà due temi principali: “Bioproduction in the Sense of Bioeconomy” (Bioproduzione nel senso della bioeconomia) e “Advances in Biomanufacturing and Upcoming Biopharmaceuticals” (Progressi nella bioproduzione e prodotti biofarmaceutici in arrivo).
  • LISAvienna - Regulatory Konferenz für Medizinprodukte und IVD il 3 dicembre a Vienna. Questo congresso è un’occasione unica per discutere dei più recenti sviluppi legali nell’ UE relativi a dispositivi medici e diagnosi in vitro.
  • AICI Forum Villach 2019 il 6-7 dicembre a Villach. L’intelligenza artificiale è in grado di sostituire i medici? L’argomento sarà ulteriormente discusso durante questo forum accanto al tema dell’intelligenza artificiale nella diagnostica per immagini.
  • SLAS Europe 2020 dal 3 al 5 giugno 2020, a Vienna. Con una serie di congressi e fiere, SLAS Europe 2020 punta a fornire un valore aggiunto per scoprire le più recenti tendenze nelle life science.

Per maggiori informazioni sulle opportunità nel settore delle life science in Austria

Esportare in Austria

Volete conoscere senza impegno le vostre opportunità commerciali in Austria? Contattate subito Monica Zurfluh, Head of S-GE Southern Switzerland per discutere il vostro progetto di esportazione. Switzerland Global Enterprise offre una prima consulenza Paese gratuita, realizza dettagliate analisi di mercato e della concorrenza in base alle vostre esigenze, e fornisce informazioni sulle disposizioni giuridiche.

Link

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale