Novità

Esportare in Russia: ecco i documenti necessari

La Federazione Russa è al ventiduesimo posto nella classifica dei partner commerciali della Svizzera e possiede un elevato potenziale di sviluppo ed espansione, in futuro, delle relazioni commerciali con la Svizzera. Qui trovate una guida completa su come superare con successo il controllo alla dogana.

Quando si esporta in Russia sono necessari diversi documenti

Concentriamoci su una sfida importante per molti esportatori: i documenti richiesti alla dogana russa. Prima di iniziare l’operazione è sempre fondamentale verificare se è possibile esportare beni verso la destinazione prevista o se il Paese impone restrizioni alle importazioni. Questa informazione è disponibile online presso la Segreteria di Stato dell’economia (SECO). Consultate il sito www.seco.admin.ch alla voce Sanzioni / Embarghi (disponibile in tedesco, francese e italiano).

Inoltre, esistono restrizioni sulle esportazioni dalla Svizzera legate principalmente agli obblighi del Paese derivanti da accordi multilaterali. Queste limitazioni riguardano soprattutto armi, tecnologie a duplice uso, specie rare di animali e piante, come anche beni che possono essere utilizzati per produrre armi di distruzione di massa.

Lista dei documenti per la dogana

Quando si esportano beni dalla Svizzera, un esportatore deve compilare una dichiarazione doganale elettronica oltre a preparare e inviare tutti i documenti necessari per le autorità doganali del Paese di destinazione dei beni.

1. Contratto

Venditore e acquirente della merce devono aver stipulato un contratto secondo gli Incoterms 2010 (http://ru.icterms.com/) in cui sono definiti i termini di consegna e ripartite le responsabilità per il trasporto e l’assicurazione delle merci.

2. Fattura

La fattura per la merce oggetto del contratto deve contenere le seguenti informazioni:

  • tutti i dettagli relativi al venditore e all’acquirente
  • indirizzi di origine e di consegna
  • lista dei prodotti
  • il prezzo unitario dei prodotti nella valuta del contratto, con il costo totale della fattura con IVA dello 0%. La merce esportata dalla Svizzera è soggetta a IVA dello 0% in base alla Legge federale concernente l’imposta sul valore aggiunto 641.2, art 23
  • termini di pagamento (pagamento anticipato, pagamento differito)
  • riferimento al contratto

3. Packing list

La packing list allegata alla fattura deve contenere le seguenti informazioni:

  • tutti i dettagli relativi al venditore e all’acquirente
  • indirizzi di origine e consegna
  • lista dei prodotti
  • peso netto e lordo per ogni posizione
  • tipo di imballaggio
  • quantità e dimensioni dello spazio di carico richiesto

4. Descrizione tecnica dettagliata

È necessario preparare una descrizione tecnica dettagliata della merce con foto allegate. Tale descrizione deve includere:

  • nome, modello e stato di assemblaggio
  • foto (per macchinari e meccanismi sono necessari i disegni tecnici dei prodotti)
  • le caratteristiche fondamentali e il principio di funzionamento
  • applicazione
  • produttore, marchio
  • descrizione delle parti (se applicabile)

5. Certificazione/registrazione

L’acquirente della merce deve comunicare al venditore se per la merce è necessaria un’autorizzazione alla registrazione prima che venga esportata nella Federazione Russa. Potete controllare la seguente lista esaustiva dei prodotti soggetti a certificazione obbligatoria per capire se il vostro prodotto necessita di tale certificazione.

6. Certificato di conformità EAC

Dopo aver registrato il documento in questione e prima di effettuare l’esportazione, il venditore deve contrassegnare la merce con il certificato di conformità eurasiatica EAC. L’EAC indica che i prodotti hanno superato le procedure di valutazione stabilite dai regolamenti tecnici dell’Unione doganale EurAsEC.

7. Dichiarazione di esportazione

È necessario redigere una dichiarazione d’esportazione. Le procedure di registrazione sono descritte qui in tutte le loro fasi.

8. Polizza di carico internazionale CMR

È necessario stampare e timbrare sei copie della polizza di carico internazionale CMR. Solitamente l’azienda incaricata di ritirare la merce fornisce modelli CMR.

L’esportatore deve preparare tutti i documenti prima che i beni lascino il magazzino per essere spediti in Russia. Questa è la sfida più grande

Se i documenti sono stati redatti correttamente e inviati all’acquirente per tempo, le pratiche di sdoganamento non dovrebbero durare più di due giorni. Se i documenti inviati non sono sufficienti, le autorità doganali ordineranno un controllo aggiuntivo dei beni e la spedizione sarà ritardata alla dogana per un periodo indefinito fino al termine di tale controllo.

Nella maggior parte dei casi, gli esperti si affidano ad aziende di logistica che forniscono una gamma completa di servizi di supporto professionali per transazioni commerciali internazionali che includono l’esportazione di vari beni. In questo modo gli esportatori ricevono una consulenza professionale e l’assistenza necessarie per preparare i loro ordini di esportazione in tutte le fasi, tra cui la preparazione del contratto e altri documenti, il trasporto, le pratiche di sdoganamento e la consegna a destinazione.

Il commercio internazionale è pluridimensionale. Prima di accedere al mercato russo, un esportatore dovrebbe riflettere attentamente sulla strategia di esportazione tenendo in considerazione tutti i passi necessari per preparare ed eseguire spedizioni all’esportazione.

Per domande sulla procedura di esportazione, contattate il nostro team di ExportHelp

Volete maggiori informazioni sulla Russia come potenziale destinazione d’esportazione? Non esitate a contattare Monica Zurfluh, Head of S-GE Southern Switzerland. Scoprite maggiori informazioni sul mercato russo e prenotate oggi stesso una consulenza gratuita!

---

Redatto dal AsstrA-Associated Traffic AG per conto dello Swiss Business Hub Russia.

Link

Condividete
How should we contact you?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale