Novità

Gli esportatori dell’AELS devono pazientare

Per il momento nessun’importazione esente da dazi negli Stati CCG

 

L’accordo di libero scambio tra gli Stati AELS e CCG prevede l’esenzione dei dazi nell’importazione di determinate merci a partire dal 1° luglio 2019. Ora però il CCG ha annunciato all’AELS che l’abolizione dei dazi convenuta da parte del CCG non può essere implementata entro il termine previsto.

Sono soprattutto gli esportatori di generi alimentari ad essere interessati dal ritardo nell’esenzione dei dazi doganali nei Paesi CCG.
Sono soprattutto gli esportatori di generi alimentari ad essere interessati dal ritardo nell’esenzione dei dazi doganali nei Paesi CCG.

Il motivo del ritardo è legato a difficoltà tecniche tra il Consiglio di cooperazione del Golfo (CCG) e l’Associazione europea di libero scambio (AELS). Per l’implementazione dell’abolizione dei dazi potrebbe essere richiesto ancora fino a un anno. Non appena il CCG avrà comunicato la data precisa dell’implementazione, l’informazione sarà pubblicata sul nostro sito www.s-ge.com.

Sono prevalentemente i generi alimentari ad essere interessati

Ad essere interessati dal ritardo sono diversi prodotti coperti dall’accordo di libero scambio in particolare prodotti agricoli trasformati nella categoria B dell’allegato III. Lo stesso vale per prodotti della categoria B dell’accordo agricolo tra la Svizzera e gli Stati CCG stipulato in parallelo all’accordo di libero scambio.

L’AELS ha realizzato una lista dettagliata di tutti i prodotti interessati dal ritardo dell’esenzione dei dazi. Questa lista è disponibile per il download.  

Avete domande?

I nostri esperti di ExportHelp rispondono a tutte le domande legate all’export. Richieste evase immediatamente o che richiedono un tempo di massimo un’ora sono elaborate gratuitamente. Il vostro contatto personale: 0844 811 812 / exporthelp@s-ge.com

Documenti

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale