Novità

La “Omnibus Law on Job Creation” in Indonesia

L’Indonesia ridefinisce le regole del gioco negli affari

 

Con la nuova Omnibus Law on Job Creation il governo indonesiano intende aumentare l’attrattiva del suo Paese: si tratta di una legge che prevede nuovi standard in materia di politica commerciale, protezione della proprietà intellettuale, costituzioni d’impresa, mercato del lavoro e tutela dell’ambiente.

Nuova legge

Poco dopo la sua rielezione avvenuta il 20 ottobre 2019, il Presidente Joko Widodo aveva definito cinque priorità per il suo secondo mandato, una delle quali era la semplificazione delle normative, se non addirittura la loro totale eliminazione. La legge detta Omnibus Law on Job Creation si è infine trasformata in un ambizioso pacchetto di riforme che, in 1187 pagine, affronta ben 11 ambiti tematici, rivede 77 leggi, ne abroga totalmente altre due e introduce la legge quadro su un fondo sovrano. La legge è stata pubblicata ed è entrata in vigore il 2 novembre 2020.

Sintesi delle principali novità

Investimenti: riforme fondamentali

Il settore degli investimenti è quello più interessato dalle riforme introdotte con la legge Omnibus. Tra i cambiamenti degni di nota vi sono i seguenti:

  • È stata eliminata la categoria “Sectors Open with Conditions” che include più di 400 settori.
  • Viene dunque meno il precedente obbligo governativo o di riservare alcuni settori alle PMI e alle cooperative.
  • Le discriminazioni settoriali che penalizzavano gli investimenti diretti provenienti dall’estero saranno eliminate da cinque testi di legge.

Una norma consente tuttavia alla figura del Presidente di reimporre condizioni sugli investimenti in determinati settori che saranno se necessario precisate nel regolamento attuazione.

Commercio: l’autorizzazione è prerogativa del gabinetto di governo

Finora le varie competenze in materia di regolamentazione economica e le restrizioni commerciali erano ripartite tra i ministeri e le agenzie indonesiane.

  • La legge Omnibus sottrae numerose competenze al Ministero del commercio e ai ministeri settoriali.
  • La competenza per il rilascio di licenze e autorizzazioni passa ora a livello di gabinetto.

Beni immateriali: modifica della legge sui brevetti

Finora i titolari di brevetti in Indonesia erano costretti, entro tre anni dalla concessione del diritto, a utilizzare la loro invenzione sul territorio nazionale tramite la produzione o l’applicazione del processo.

  • Ora è considerato utilizzo sul territorio nazionale anche l’importazione del prodotto o del processo interessato.

Con l’emendamento adottato, l’esclusività non conforme a OMC/TRIPS di una produzione locale vale quale sfruttamento di un brevetto.

Costituzioni d’impresa: più facili e rapide

A causa dei tre requisiti imposti, ovvero capitale minimo, numero minimo di due soci, autentica notarile, molte microimprese e PMI indonesiane hanno finora rinunciato a costituire una società a garanzia limitata (Limited Liability Company, LLC).

  • La legge Omnibus elimina il requisito del capitale minimo.
  • In futuro, per costituire una LLC basterà la presenza di un solo socio.
  • Con la standardizzazione sono state armonizzate le procedure di autorizzazione e di licenza dei governi centrali e locali.

Ambiente: procedure semplificate con rischio ridotto

Nell’ambito tematico delle risorse naturali e della protezione dell’ambiente è in corso la revisione di 15 leggi. Le principali novità:

  • L’attuazione della pianificazione territoriale viene tolta alle autorità regionali e sottoposta al controllo del governo centrale.
  • Le multe per le contravvenzioni saranno inasprite.
  • Con l’introduzione di un approccio basato sul rischio, sono ora previste valutazioni globali dell’impatto ambientale solo per i progetti ad alto rischio.
  • I rappresentanti delle associazioni ambientaliste sono esclusi dagli organi deputati alla valutazione dell’impatto ambientale, mentre sono incluse solo le comunità direttamente interessate dallo specifico progetto.

Fiscalità: imposta digitale – riforme per gli expatriate

Nella nuova legge sono stati inseriti anche numerosi emendamenti tratti dall’originale Tax Omnibus Bill:

  • viene introdotta un’imposta digitale sui redditi conseguiti in Indonesia dagli operatori di tecnologia offshore.
  • Per quanto riguarda i redditi generati al di fuori dell’Indonesia, gli expatriate beneficiano di un’esenzione fiscale della durata di quattro anni.

Lavoro: allentamento delle regole – in particolare per microimprese e PMI

La legge esenta le micro e piccole imprese – che occupano il 76% dei lavoratori – dal pagamento del salario minimo. Al contempo, viene introdotta una norma che sancisce che i salari devono essere “superiori a una determinata soglia”. I dettagli sono disciplinati nei regolamenti attuativi.

  • Le indennità di fine rapporto vengono ridotte del 13 - 40%
  • e la protezione contro il licenziamento, finora piuttosto rigida, sarà allentata.
  • Il limite di tre anni per i contratti a tempo determinato viene abolito.

Ora, però, i licenziamenti devono essere motivati. Viene inoltre introdotta una “Job-loss Guarantee”, i cui dettagli saranno disciplinati nei regolamenti attuativi.

Permessi di lavoro: meno ostacoli per cittadini stranieri

La legge riduce le restrizioni che riguardano l’assunzione di lavoratori stranieri:

  • l’elenco delle posizioni per le quali i lavoratori stranieri non necessitano del permesso sarà ampliato.
  • La procedura di ottenimento dei permessi di lavoro sarà semplificata.

Cosa accadrà adesso?

I regolamenti attuativi dovrebbero entrare in vigore entro tre mesi dalla pubblicazione della legge, vale a dire non oltre il 2 febbraio 2021. A differenza di quanto verificatosi per la legge Omnibus, per i regolamenti attuativi il Governo intende consultare la popolazione e ha dunque pubblicato online un portale di consultazione pubblica.2)

I sindacati e i gruppi studenteschi criticano il fatto che la legge sia stata redatta in modo non trasparente e frettoloso e hanno già organizzato diverse azioni di protesta. Per quanto riguarda l’allentamento delle disposizioni ambientali e di molti altri aspetti, restano aperte questioni che dovrebbero trovare risposta nei futuri regolamenti attuativi da adottare nel primo trimestre.

 

Condividere
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale