Success stories

Dal Ticino a New York

Come DAC System è riuscita ad installare le sue soluzioni sull’One World Trade Center

La startup svizzera DAC System SA, fondata cinque anni fa, è riuscita ad ottenere grandi successi quali l’installazione dei loro sistemi di monitoraggio per antenne sull’One World Trade Center a New York. A colloquio con il CEO Pietro Casati abbiamo scoperto come è stato possibile raggiungere questo successo e quali consigli fornirebbe ad altre startup.

One World Trade Center in New York City

La storia di successo di DAC System è iniziata nel 2013 nell’incubatore ticinese CP Start-Up. L’impresa è riuscita a partecipare al programma CTI Start-Up che gli ha permesso di ottenere il marchio CTI Start-Up nel 2016. La loro soluzione consiste in sistemi di monitoraggio per antenne che prevedono e prevengono l’insorgere di guasti in sistemi di grandi antenne.


“Siamo attivi in un mercato di nicchia. Non vi è nessun’altra tecnologia disponibile sul mercato che offre l’opportunità di localizzazione e prevenzione di guasti”, afferma il CEO Casati. Ciò significa che guasti e danni nelle torri di trasmissione sono associati ad un livello elevato di manutenzione e di spesa. La soluzione unica della startup permette ai proprietari di infrastrutture di localizzare il deterioramento del segnale RF. Ciò rende molto più semplice trovare la posizione esatta e consente una riparazione molto più semplice e rapida. 


Il loro mercato di nicchia in Svizzera era diventato troppo piccolo

Dopo aver iniziato con Swisscom Broadcast in Svizzera, DAC System si è resa conto che la Svizzera era diventata rapidamente troppo piccola per il loro mercato di nicchia. La startup ha perciò iniziato a considerare opportunità nel mondo.

“Per noi è stato importante trovare un partner commerciale fidato”, ha detto Pietro Casati.

Tramite alcuni contatti, sono stati in grado di trovare alcune interessanti opportunità nei Paesi limitrofi. Il mercato USA ha attirato la loro attenzione dopo essere stati contattati da una piccola azienda. Pietro Casati ha cercato di rivolgersi direttamente ai consumatori finali e di recarsi a fiere commerciali. “Con risorse limitate e una piccola rete è stato quasi impossibile entrare in contatto con i grandi attori nel mercato”, ha affermato.


Ricercare supporto professionale e contare su di esso

Dopo avere scoperto che vi sono iniziative cantonali ed enti quali Switzerland Global Enterprise (S-GE), la startup è entrata in contatto con S-GE e lo Swiss Business Hub USA.

“Siamo particolarmente soddisfatti del servizio fornito. Ci hanno messo in contatto con uno dei nostri principali clienti. Grazie al continuo supporto di S-GE e dello Swiss Business Hub USA, il mercato USA rappresenta circa il 90% del nostro business.

Lo Swiss Business Hub USA ha fornito a DAC System una panoramica accurata e dettagliata del settore, del know-how di mercato e dei contatti fondamentali negli USA. “Si è trattato di un’offerta veramente professionale e personalizzata, ogni volta che mi recavo negli USA ero accolto con un caloroso benvenuto”, ha osservato Pietro Casati.


Sfide in corso nel mercato USA

“La concorrenza globale è dura”, afferma Pietro Casati. Gli incarichi amministrativi richiedono molto tempo ed energia, per cui sente la necessità di concentrare tale energia dove è applicata al meglio: nella tecnologia. La startup, che oggi conta otto collaboratori, sta cercando di aprire una filiale negli USA.

“Abbiamo bisogno di essere presenti nel luogo in cui è localizzato il nostro business principale, ma dobbiamo essere astuti nel trovare le fonti, i contatti e gli avvocati giusti. S-GE può aiutarci proprio in tutto ciò.”

Un altro argomento importante sono i brevetti su software e hardware. Alcuni sono già stati concessi e per altri siamo ancora in fase di attesa. Pietro Casati è ottimista: “Vogliamo mostrare al resto del mondo che la Svizzera è un grande attore in questo mercato di nicchia con un alto livello di tecnologia.” Ora è giunto il momento di piantare qualche seme in altri Paesi, ecco perché DAC System con l’aiuto della rete globale di S-GE sta cercando ulteriori opportunità di mercato in Europa e Asia.

Consigli per le startup svizzere che cercano di esportare negli USA

Ripensando all’esperienza di esportazione, Pietro Casati condivide i seguenti consigli con le startup svizzere che iniziano ad internazionalizzare:
•    Sondare opportunità in loco nel mercato d’esportazione
•    Utilizzare connessioni locali per conoscere il mercato
•    Ottenere il supporto di enti quali S-GE
•    Imparare dall’esperienza altrui
•    Investire saggiamente per ridurre il rischio di sprecare tempo e denaro
•    Fare leva sulla qualità dei prodotti svizzeri e servizi.

Esportare negli USA

Volete esplorare senza vincoli le vostre opportunità di business negli USA? Contattate oggi stesso Monica Zurfluh, Head of S-GE Southern Switzerland per discutere del vostro progetto di export. Switzerland Global Enterprise vi offre una prima consulenza gratuita, realizza analisi di mercato e della concorrenza orientate alle vostre esigenze, vi fornisce supporto nella vostra ricerca del giusto partner commerciale e vi informa sulle disposizioni legali.

Contatto

Link

Condividete
Come vi possiamo contattare?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale