Global Opportunities

Serbia: investimenti nel settore agroalimentare attraverso il programma IPARD

Attraverso il programma IPARD dell’UE, la componente sviluppo rurale dello strumento di assistenza alla preadesione, sono stati stanziati in Serbia 175 milioni di euro per il periodo 2014-2020, in rate annuali sotto forma di sovvenzioni. Si stima che 175 milioni di euro in sovvenzioni IPARD possano portare ad un investimento totale nell’agricoltura di circa 400 milioni di euro. Il programma offre ai produttori agricoli serbi la possibilità di acquistare meccanizzazione e attrezzature dalla Svizzera per un valore max. 100 000 EUR per fornitore.

Immagine di serre
Immagine di serre

In vista del processo di adesione all’UE, la Serbia ha ricevuto lo strumento di assistenza preadesione nel settore “Agricoltura e sviluppo rurale” (IPARD). Le sovvenzioni IPARD andranno direttamente a beneficio degli agricoltori, delle imprese e delle comunità rurali serbe con l’obiettivo di creare un settore agricolo e alimentare più competitivo, consentendo l’applicazione di norme di sicurezza alimentare e garantendo una migliore qualità della vita nelle zone rurali.

L’importanza dell’agricoltura in Serbia

L’agricoltura è uno dei principali settori dell’economia serba e svolge un ruolo importante nella formazione del prodotto interno lordo con il 20%. In termini di coltivazione, la forma più popolare di agricoltura è la produzione cerealicola, compresi grano, mais e girasoli.

Struttura della produzione agricola:

  • colture e ortaggi (58%),
  • produzione animale (30%),
  • frutticoltura (10%),
  • viticoltura (2%).

L’agricoltura è anche un importante settore di esportazione della Serbia. Le statistiche mostrano che nel 2016 la quantità di prodotti agricoli esportati era circa il 20% di tutte le esportazioni, la maggior parte delle quali era destinata agli Stati membri dell’UE: Il 64% di tutte le esportazioni agricole va al mercato dell’UE.

Fusione dell’agricoltura e del settore informatico: la prima fattoria digitale in Serbia

Sullo sfondo della produzione agroalimentare tradizionale, il futuro dell’agricoltura sta ancora nell’implementazione di un gran numero di soluzioni tecnologiche come le macchine automatizzate che aiuteranno a trovare soluzioni nuove o più ottimizzate in agricoltura. Lo sviluppo sinergico dei due settori più promettenti del Paese, l’informatica e l’agricoltura, può portare allo sviluppo dell’agricoltura sostenibile come il segmento più importante dell’industria nazionale.

Nel marzo 2018 è stata inaugurata la prima fattoria digitale in Serbia come luogo unico nel suo genere, dove la tecnologia all’avanguardia, combinata con le macchine agricole, viene applicata in un ambiente reale, cioè in un campo. La fattoria digitale è stata progettata dall’Istituto BioSense di Novi Sad.

Opportunità per le aziende svizzere

Nel luglio 2018, i primi dieci contratti per l’acquisto della meccanizzazione con i proventi dei fondi IPARD dell’UE sono stati consegnati ai produttori agroalimentari serbi. I produttori del Paese possono inoltre acquistare meccanizzazione e attrezzature dalla Svizzera (fornitori svizzeri) per un importo di 100 000 EUR per fornitore.

Le opportunità sono anche investimenti nella trasformazione di frutta, verdura e uva, soprattutto attraverso l’ammodernamento delle attrezzature per l’essiccazione, il congelamento, il taglio, la stufatura, il trattamento termico e la conservazione, lo stoccaggio, l’imballaggio, ecc.

Anche la produzione biologica dovrebbe essere menzionata come potenziale di sviluppo nel settore agroalimentare. Infine, il potenziale dell’industria alimentare risiede nella produzione di alimenti sicuri e di alta qualità, molto richiesti sui mercati esteri.

Best practices: Aziende svizzere operanti nel settore agroalimentare

Nestlé Adriatic

Nestlé Adriatic è stata fondata nel 2003 a Zagabria, coprendo i mercati di Croazia, Serbia, Bosnia ed Erzegovina, Macedonia, Montenegro e Kosovo, mentre Nestlé Adriatic S LLC ha sede a Belgrado è stata fondata nel 2005, con l’ingresso della Slovenia nel 2011. Nestlé Adriatic offre oltre 700 prodotti diversi e oltre 30 marchi di fama mondiale come Nescafé, Thomy, Maggi, Nesquik, KitKat, Smarties, Lion, Purina e i cereali Nestlé.

Dal 2011, quando è stato aperto lo stabilimento in Surčin (Serbia), l’azienda ha investito oltre 12,5 milioni di euro in impianti e attrezzature e nello sviluppo dei prodotti. L’azienda collabora esclusivamente con fornitori locali che hanno implementato le certificazioni ISO 22000, HACCP e GMP.

Oggi, la fabbrica in Serbia serve circa 22 milioni di persone provenienti dalla regione adriatica con prodotti di alta qualità, così come le esportazioni verso i 23 paesi con piani di ulteriore espansione delle esportazioni. Oltre il 30% di tutte le materie prime per i prodotti culinari prodotti nella fabbrica Surčin provengono da produttori serbi. Tra le materie prime locali ci sono olio, zucchero e verdure: peperoni, carote, sedano, sedano, pastinaca, spinaci, prezzemolo e aneto.

La fabbrica sta seguendo gli sforzi di Nestlé per creare prodotti più sani e gustosi, rinnovando l’80% della gamma culinaria e impegnandosi a far sì che entro il 2020 tutti i prodotti Maggi e C avranno la quantità ridotta di sale, zucchero e acidi grassi saturi, senza coloranti artificiali e avranno una maggiore quantità di cereali integrali, verdure, legumi e semi.

Koelemann Food products

Koelemann Food products, con sede a Svilajnac, Serbia, si occupa principalmente del confezionamento di cetriolini e olive in diversi tipi di imballaggio. L’azienda è attiva esclusivamente nel settore del private label e organizza anche l’approvvigionamento di materie prime attraverso la sua rete di agricoltori e cooperative in Serbia.

Aquawell production

Nell’aprile 2017 è entrato in funzione uno stabilimento idrico a Kosjeric, in Serbia, come investimento greenfield della società svizzera Aquawell. L’acqua di SAINT JOHN’S vanta un notevole equilibrio di minerali che permette al corpo umano di assorbire tutte le sostanze e di sfruttarle al meglio. Secondo Jovanovic, CEO della produzione Aquawell, l’azienda opera in linea con gli standard ISO e HACCP e ha implementato il codice di lavoro dalla Svizzera.

Volete saperne di più sulle vostre opportunità nel settore agroalimentare in Serbia? Contattate la nostra responsabile S-GE per la svizzera italiana Monica Zurfluh per ricevere informazioni più dettagliate sulle attività commerciali in Serbia.

 

Link

Di più
Condividete
How should we contact you?

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale