Novità

Boom economico ininterrotto in Vietnam

L’economia del Vietnam impressiona con tassi di crescita annui superiori al 6%. L’espansione interessa soprattutto il settore edilizio. Solo nei primi nove mesi del 2016, la crescita nel settore si attestava al 9,1%.
Lavoratori asiatici che costruiscono un nuovo edificio.
Nelle metropoli vietnamiti Hanoi e Ho Chi Minh City l’industria edile è in forte espansione.

Gli investimenti nel settore edilizio come anche il progresso del prodotto interno lordo (PIL) del Vietnam restano consistenti nel 2016 e dovrebbero registrare un forte aumento anche nel 2017. Il grande gruppo bancario HSBC per quest’anno prevede un tasso di crescita del PIL reale del 6,2% e per il 2017 del 6,5%. A beneficiarne sono soprattutto le aziende svizzere in qualità di fornitrici di macchine e materiali da costruzione, ma anche altri settori. Sebbene siano società private locali ed enti governativi a fornire ben oltre il 90% del valore di produzione lordo equivalente a 45 miliardi di dollari USA, anche le imprese estere possono partecipare alla crescita. Si prospettano numerose possibilità per fornitori di materiali e macchine da costruzione, aziende di progettazione e design, nonché di lavori speciali

Il boom si percepisce maggiormente nei centri urbani. Le metropoli Hanoi e Ho Chi Minh City necessitano di spazi abitativi e lavorativi sempre maggiori. Entrambe le metropoli progettano enormi quartieri moderni, con una crescita della percentuale del segmento premium e del lusso. Ininterrotto è anche il boom delle esportazioni, alimentato dall’industria leggera. I recenti accordi di libero scambio rendono il Vietnam ancora più interessante.

“Il Vietnam offre un mercato molto stabile e una popolazione giovane. Le opportunità per le PMI svizzere sono buone e se ne possono già individuare alcune nel settore IT, come Magnolia o Axon Active”, afferma Angela Di Rosa, consulente per il Sud-Est asiatico presso Switzerland Global Enterprise.

Investimenti nell’infrastruttura

Per tenere il passo della crescita, nonostante il contesto difficile per le finanze pubbliche, il governo pianifica un grande potenziamento dell’infrastruttura dei trasporti. Il ministero della pianificazione nell’ottobre del 2016 ha presentato una lista di 68 progetti prioritari, che devono essere portati avanti rapidamente con Public-Private-Partnerships (PPP). Lo Stato intende finanziare solo un terzo dei 15 miliardi di dollari USA complessivamente preventivati.

In primo piano ci sono la costruzione di strade rurali, progetti di fornitura idrica e smaltimento dei rifiuti come pure un gran numero di nuove costruzioni di aeroporti e ampliamenti di strutture esistenti, tra cui il mega aeroporto Long Thanh International. Entro il 2030 il Vietnam intende inoltre potenziare fortemente anche l’approvvigionamento energetico, il che richiederà nuove centrali a carbone. Gli esperti prevedono, nel frattempo, anche un boom delle energie rinnovabili.

“Il Vietnam sicuramente non è il Paese più semplice per fare affari. Nel caso di un progetto d’esportazione, la burocrazia e gli ostacoli linguistici sono buoni motivi per cercare un partner affidabile. In Asia la regola generale è che una buona rete di relazioni è necessaria per un ingresso di successo”, afferma Di Rosa.

Ulteriori informazioni:

Ministero della costruzione Vietnam

Ministero dei trasporti Vietnam

Organizzazione ombrello per l’edilizia

Link

Condividete

Vi possono interessare anche

Premium Partner

Partner strategici

Partner istituzionale

Programma ufficiale